WheelsTV / Prove

Mazda CX-5: la prova su strada della SUV giapponese

di Michele Neri -

Dimensioni e prestazioni da categoria superiore, costi e consumi da compatta: ecco il nostro test su strada

La Mazda CX-5 è un SUV dalle doppia anima: prezzo e consumi sono da SUV compatto, ma le dimensioni – e i contenuti di qualità – sembrano strizzare l’occhio alla categoria superiore.

Merito anche della qualità infusa nell’auto dal brand Mazda, che negli anni ci ha abituato a vetture dal design accattivante e dai contenuti più che competitivi.

Dimensioni e stile

Come detto, le dimensioni abbondanti non devono trarre in inganno: la Mazda CX-5 rientra a pieno titolo nella categoria dei SUV compatti, un settore molto agguerrito e che sta riscuotendo grande successo di mercato.

Il design esterno è personale e dinamico, soprattutto nell’allestimento Exceed della nostra prova su strada, un top di gamma che regala anche cerchi in lega da 19”.

Anche gli interni offrono ottime soddisfazioni, con un abitacolo razionale e di grande qualità, con i comandi al posto giusto e finiture ben curate, sedili in pelle e tetto apribile (sempre nella versione Exceed).

Su strada

Alla guida la Mazda CX-5 4WD si rivela comoda e silenziosa, merito anche di un cambio automatico con convertitore di coppia che permette di guidare in totale relax.

Un optional da 1.900 euro che abbiamo avuto modo di testare in questa prova, e che vi consigliamo: è l’unico che dovrete aggiungere a questa versione top di gamma.

Al capitolo prestazioni, va sottolineato come il motore diesel 2.2 offra costi di gestione decisamente interessanti. Merito della tecnologia Mazda SkyActiv, che attraverso un rapporto di compressione particolarmente basso consente consumi medi di oltre 19,2 km/h.

Il tutto regala alla CX-5 prestazioni brillanti, accompagnate da uno sterzo che – pur se soggetto ad alcuni indurimenti – è piuttosto pronto e quindi piacevole nei percorsi misti.

tag
cx-5 Mazda SUV