Superbike

Superbike 2019, Bautista fa volare la Ducati in Australia

Doppietta per il neoarrivato in Superbike e bottino pieno nella prima gara in sella alla Rossa di Borgo Panigale

Si apre nel segno delle Ducati e del neoarrivato Alvaro Bautista il mondiale Superbike 2019. Nel primo round di Phillip Island l’ex pilota MotoGP ha raccolto il massimo andando a vincere le due gare e anche la nuova gara Sprint della domenica per la pole. In entrambe le occasioni il pilota spagnolo ha imposto un ritmo troppo forte per chiunque, compreso il campione del mondo in carica Jonathan Rea (due secondi posti), che ha pagato rispettivamente circa 15 secondi nel primo round e 12 nel secondo, specificato di non essere riuscito a correre al massimo delle possibilità per via del consumo delle gomme. Insomma, ha corso come se appartenesse ad un’altra categoria, Bautista spezzando un po’ la monotonia a cui ci eravamo abituati negli ultimi tempi. Se poi Alvaro potrà essere davvero l’anti-Rea è ancora presto per dirlo, toccherà aspettare, ricordando che ad esempio lo scorso anno a Phillip Island anche Melandri (ora un 2° e un 6° posto) fece doppietta.

“Non ci avrei mai creduto di iniziare così”

È stato un week end perfetto e non poteva cominciare meglio il mio esordio in SBK! Abbiamo raccolto il massimo bottino vincendo gara 1, Superpole race e gara 2. Se mi avessero detto prima che avrei vinto tre gare non ci avrei creduto ma abbiamo lavorato molto bene durante i test per preparare una moto fantastica. Nella Superpole race di questa mattina mi sono divertito molto a lottare con Rea, sapevo che sarebbe stato molto competitivo e che avrebbe provato a mettermi sotto pressione. Il ritmo è stato incredibile, ho cercato di tenere alta la concentrazione e alla fine ho avuto la meglio. In gara 2 le condizioni erano molto difficili, era importante salvaguardare le gomme a causa dell’elevata temperatura dell’asfalto, quindi ho spinto nei primi giri per cercare di amministrare nel finale. Sono davvero molto contento dei risultati, oggi è un giorno che ricorderò per sempre! Ringrazio tantissimo il Team Aruba, Ducati e i ragazzi della mia squadra per avermi permesso questa impresa! Non dobbiamo abbassare la guardia continuando a lavorare sodo, siamo solo all’inizio e mi aspetto un campionato di altissimo livello“, ha detto Bautista.

Superbike 2019: i risultati

Gara 1
1 Bautista
2 Rea
3 Melandri

Gara 2
1 Bautista
2 Rea
3 Haslam

Superbike 2019, classifica piloti

1 Bautista 62
2 Rea 49
3 Melandri 30