Formula 1

Mondiale F1 2020 – GP Australia a Melbourne: gli orari TV su Sky e TV8

di Marco Coletto -

Gli orari TV (in diretta su Sky e in differita su TV8) del GP d’Australia a Melbourne, prima tappa del Mondiale F1 2020

Il GP d’Australia a Melbourne aprirà (coronavirus permettendo) il Mondiale F1 2020: la prima tappa del campionato del mondo di Formula 1 sarà trasmessa in diretta su Sky e in differita su TV8 (di seguito troverete gli orari TV).

La Mercedes sarà anche quest’anno la monoposto da battere? Molto probabile. Resta solo da capire chi – tra Ferrari e Red Bull – sarà la principale rivale della scuderia tedesca.

F1 2020 – GP Australia: cosa aspettarsi

Il circuito di Melbourne – sede del GP d’Australia – premia le vetture veloci in curva e i piloti che disputano delle buone qualifiche: dal 2004 a oggi solo Kimi Räikkönen è stato capace di salire sul gradino più alto del podio senza scattare dalle prime due file della griglia.

La pioggia è prevista ma solo nella giornata di venerdì durante le prime prove libere. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio d’Australia, gli orari TV su Sky e TV8 e il nostro pronostico.

F1 2020 – Melbourne, il calendario e gli orari TV su Sky e TV8
Venerdì 13 marzo 2020
02:00-03:30Prove libere 1 (diretta su Sky Sport F1)
06:00-07:30Prove libere 2 (diretta su Sky Sport F1)
Sabato 14 marzo 2020
04:00-05:00Prove libere 3 (diretta su Sky Sport F1)
07:00-08:00Qualifiche (diretta su Sky Sport F1, differita alle 15:00 su TV8)
Domenica 15 marzo 2020
06:10Gara (diretta su Sky Sport F1, differita alle 14:45 su TV8)
F1 – I numeri del GP d’Australia
LUNGHEZZA CIRCUITO5.303 m
GIRI58
RECORD IN PROVALewis Hamilton (Mercedes F1 W10 EQ Power +) – 1’20”486 – 2019
RECORD IN GARAMichael Schumacher (Ferrari F2004) – 1’24”125 – 2004
RECORD DISTANZAMichael Schumacher (Ferrari F2004) – 1h24’15”757 – 2004

F1 – Il pronostico del GP d’Australia 2020

title

1° Lewis Hamilton (Mercedes)


Lewis Hamilton vincerà il GP d’Australia 2020? Secondo noi e secondo i bookmaker sì. Il pilota britannico punta al settimo titolo iridato per eguagliare il record di Mondiali conquistati di Michael Schumacher e ha tutte le carte in regola per riuscirci.

Reduce da cinque piazzamenti in “top 3” nelle ultime sei corse dello scorso anno, può vantare in Oceania otto pole position (di cui sei negli ultimi sei anni), due vittorie (l’ultima, però, cinque anni fa) e nove podi totali.

title

2° Sebastian Vettel (Ferrari)

La Ferrari non sembra molto in forma ma Sebastian Vettel vuole iniziare alla grande il Mondiale F1 2020 dopo un 2019 sotto le aspettative chiuso con tre Gran Premi fuori dal podio.

I precedenti in Australia del driver tedesco? Tre pole position (ma mai con la Rossa), tre successi e sette podi. Senza dimenticare che da quando corre con la scuderia di Maranello è sempre partito dalle prime due file a Melbourne.

title

3° Valtteri Bottas (Mercedes)


Valtteri Bottas si presenta al via del GP d’Australia 2020 da vicecampione del mondo dopo una stagione memorabile terminata senza particolari guizzi (fuori dalla “top 3” nelle ultime due gare del 2019).

La seconda guida Mercedes ha trionfato a Melbourne lo scorso anno e può vantare due podi complessivi sul tracciato australiano. Non c’è due senza tre?

title

Da tenere d’occhio: Max Verstappen (Red Bull)

In Australia capiremo finalmente se Max Verstappen sarà davvero il principale rivale delle Mercedes nel Mondiale F1 2020 o se – al contrario – le Ferrari si sono nascoste durante i test di Barcellona.

Va detto, però, che Melbourne non è un circuito molto amato dal giovane talento della Red Bull (reduce da un Mondiale 2019 pazzesco terminato con tre GP di seguito sul podio): mai in “top 3” in qualifica e un terzo posto come miglior piazzamento lo scorso anno.

title

La squadra da seguire: Mercedes

Sei pole position negli ultimi sei anni e quattro vittorie: è questo l’impressionante palmarès della Mercedes nel GP d’Australia.

Anche nel Mondiale F1 2020 le frecce d’argento saranno le monoposto più veloci: lo scorso anno hanno dominato chiudendo il campionato con cinque trionfi negli ultimi sei Gran Premi stagionali.