Formula 1

F1 2020 al Mugello: le foto dei test Ferrari

di Marco Coletto -

Le foto dei test Ferrari al Mugello in attesa dell’inizio del Mondiale F1 2020

In attesa del Mondiale F1 2020 il circuito del Mugello ha ospitato un test Ferrari: Charles Leclerc e Sebastian Vettel hanno ripreso confidenza con l’abitacolo di una monoposto guidando sul tracciato toscano una SF71H del 2018 e hanno inoltre potuto collaudare i protocolli anti Covid-19 con tutta la Scuderia.

Ieri Vettel (al mattino) e Leclerc (nel pomeriggio) hanno percorso al volante della Ferrari l’equivalente della distanza di un GP: un test volutamente organizzato in condizioni identiche a quelle che il team di Maranello troverà a inizio luglio in Austria nella prima prova del campionato del mondo. I meccanici e gli ingegneri hanno lavorato indossando le mascherine e rispettando il distanziamento sociale nel box in configurazione modificata e lo stesso hanno fatto Charles e Sebastian quando all’ora di pranzo si sono scambiati il sedile della Rossa.

title

Le dichiarazioni di Charles Leclerc dopo il test Ferrari al Mugello

“Che bello essere tornati a girare in pista per davvero, mi mancava! Anche se sono stato piuttosto attivo nelle gare virtuali in questa lunga pausa avevo bisogno di tornare a provare la percezione fisica della velocità. Aver potuto girare su un circuito spettacolare come il Mugello, per la prima volta al volante di una Formula 1, ha contribuito a rendere questa giornata ancora più memorabile. Ora guardiamo all’inizio della stagione. Dalla prossima settimana si fa sul serio!”.

title

Le dichiarazioni di Sebastian Vettel dopo il test Ferrari al Mugello

“Sono stato felice di poter rientrare in macchina dopo una pausa anche più lunga di quelle cui siamo abituati durante l’inverno. Sono stato anche molto contento di rivedere tutti i ragazzi della squadra. È stato bello tornare a provare certe sensazioni e averlo potuto fare su un circuito così spettacolare. Credo proprio che il Mugello meriterebbe di ospitare un Gran Premio di Formula 1. Non ci giravo da otto anni e ho quindi impiegato qualche giro per trovare i punti di frenata adeguati, ma dopo alcuni passaggi avevo assimilato la pista e me la sono davvero goduta”.