Formula 1

Alfa Romeo: ora è davvero tornata in F1

Dopo 34 anni di assenza l'Alfa Romeo è ufficialmente tornata in F1. Dopo un 2018 come title sponsor della Sauber correrà il Mondiale 2019 con telai del Biscione

Ora, finalmente, possiamo dirlo: da oggi – giorno di pubblicazione della entry-list FIA (che non vede più il nome Sauber neanche alla voce “telaio”) – l’Alfa Romeo è ufficialmente tornata in F1 dopo 34 anni di assenza.

Dopo un campionato 2018 affrontato come title sponsor della Sauber la Casa lombarda disputerà il Mondiale 2019 con telai del Biscione e – come l’anno scorso – con motori Ferrari.

I piloti Alfa Romeo saranno il finlandese Kimi Räikkönen (campione del mondo 2007) e il nostro Antonio Giovinazzi (22° nel Mondiale 2017) mentre non è ancora chiaro se sul podio in caso di vittoria suonerà l’inno svizzero o quello di Mameli visto che la proprietà e la gestione del team resteranno – per ora – della Sauber.

L’Alfa Romeo ha corso in F1 nel biennio 1950-1951 e dal 1979 al 1985 conquistando i primi due Mondiali Piloti della storia (1950 con Giuseppe Farina e 1951 con l’argentino Juan Manuel Fangio), un 6° posto nel campionato Costruttori 1983, 10 vittorie, 12 pole position, 14 giri veloci, 26 podi e 4 doppiette.