Formula E

Formula E: il team Dragon

Alla scoperta del team Dragon di Formula E

Fondato da Jay Penske, il team Dragon è diventato nel 2013 una delle scuderie che partecipano al campionato FIA Formula E dopo diversi anni di successi nella serie IndyCar in Nord America (dal 2007 al 2014).

Dragon in Formula E: la storia

Il team vanta collettivamente 150 anni di esperienza nel mondo delle corse, con oltre 275 vittorie in gara, 24 vittorie Indy 500 e 17 campionati di serie. Nella stagione inaugurale della Formula E, il Dragon Racing team ha concluso al secondo posto nella classifica costruttori e ha vinto il Gran Premio di Berlino. In totale in Formula E Dragon Racing vanta due vittorie e 8 podi.

Dragon Racing in Formula E: la monoposto

La monoposto Venturi VM200 , realizzata in fibra di carbonio e alluminio, è spinta da un motore elettrico abbinato ad un cambio sequenziale multi speed paddle shift. La batteria da 200 kW è fornita da Williams Advanced Engineering.

Dragon Racing in Formula E: i piloti

Jerome D’Ambrosio

Il belga Jerome D’Ambrosio, fedele al team Dragon per tutte le stagioni della Formula E, vanta due vittorie nel campionato delle elettriche e due pole position. Come la maggior parte di piloti di Formula E ha iniziato la sua carriera nel karting per poi correre nella Formula Renault, nella Formula Renault 3.5, Formula Masters e nella GP2. Nel 2004 è entrato a far parte del programma di sviluppo dei piloti Renault ed è stato promosso pilota ufficiale nel 2010. Un anno dopo ha fatto il suo debutto in Formula 1 con il team Marussia per poi entrare in Lotus, come pilota di riservare nella stagione successiva.

Neel Jani

Lo svizzero Neel Jani, classe 1983, debutta quest’anno nella Formula E. Ha vinto nel 2000 il campionato svizzero Formula Arcobaleno. Ha poi esordito nella Formula Renault per poi proseguire nella Formula Renault 2000, nella Formula Renault Europa, nella Formula Renault V6. Nel 2005 ha ottenuto due vittorie nella GP2. Ha partecipato alla Formula 1 per dei test con la Sauber nel 2003 e 2004, e per la Red Bull nel 2005. Nella stagione 2006 è stato terzo pilota per la Toro Rosso. Nel 2007 è passato alla serie statunitense Champ Car con la scuderia PKV Racing, sempre sponsorizzata dal marchio Red Bull. Sempre nello stesso anno ha partecipato al campionato per nazioni A1 Gran Prix, vincendo il mondiale con la squadra svizzera.MA il suo successo più importante arriva il 19 giugno 2016 quando vince, insieme a Romain Dumas e Marc Lieb la 24 Ore di le Mans al volante di una Porsche 919 Hybrid.