Salone di Ginevra 2019

Ferrari F8 Tributo: l’erede della 488 GTB con il V8 da 720 CV

di Junio Gulinelli -

Aerodinamica migliorata, 40 kg in meno e il motore della 488 Pista per la sostituta della GTB

Con la spada di Damocle dell’ibridizzazione pronta a cadere su tutte le supersportive più blasonate del mercato, Ferrari va in controtendenza ed elogia il tanto amato dai petrolhead otto cilindri a V.

La nuova Ferrari F8 Tributo è l’erede di una stirpe di sportive di razza, destinata all’estinzione. Prenderà il testimone della 488 GTB e lo farà con il V8 spremuto fino alla suo limite, con 720 CV di potenza.

Aerodinamica migliorata

La stessa denominazione scelta per la nuova supercar del Cavallino, che verrà svelata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2019, è un omaggio di Ferrari alle sue sportive a motore centrale. Esteticamente non ci sono sorprese, il look della 488 GTB è stato solo perfezionato nei dettagli rendendola leggermente più aggressiva di prima e, ovviamente, anche più aerodinamica. Ogni dettaglio aggiunto è infatti giustificato dalla galleria del vento e può vantare così un’efficienza aerodinamica migliorata del 10%.

Tra le novità più interessanti in questo senso c’è l’s-Duct che prevede una riprogettazione di tutto il frontale con i radiatori anteriori inclinati e prese d0aria integrate sotto ai gruppi ottici. Il motore posteriore, inoltre, sarà visibile grazie al nuovo lunotto in Lexan con le feritoie orizzontali d’ispirazione F40. Ridisegnato, infine, anche lo spoiler posteriore che aumenta ulteriormente il carico aerodinamico alle alte velocità.

Il V8 spremuto al limite

Dietro ai suoi due posti la Ferrari F8 Tributo monta lo stesso propulsore da 3,9 litri, con 720 CV a 8.000 giri e 770 Nm a 3.250 giri, della 488 Pista, con 50 CV in più, quindi, rispetto alla GTB. una meccanica già nota, quindi, ma con una perdita di peso che raggiunge i 40 kg, grazie ad alcuni contenuti di alleggerimento azionali, per un totale di 1.330 kg. La nuova Ferrari F8 Tributo dichiara uno scatto da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, 0-200 in 7,8 secondi e 340 km/h di velocità massima.