Detroit 2019

Subaru WRX STI S209: la più potente di sempre

di Junio Gulinelli -

La versione più potente della storia della berlina sportiva giapponese a trazione integrale

Al Salone di Detroit 2019 Subaru ha svelato la versione più potente della storia della Subaru WRX STI.

La nuova Subaru WRX STI S209 monta un’evoluzione del motore EJ25 da 2.5 litri sovralimentato che ora è in grado di erogare 346 CV, con una coppia, assicura la Casa giapponese, superiore del 10% ai medi regimi.

L’aumento di potenza si deve soprattutto all’introduzione di un nuovo turbocompressore HKS che dispone di una turbina di dimensioni più grandi e che ‘soffia’ aria con una pressione maggiore, a 18 psi invece che a 16.2 psi come sulla versione standard della WRX STI. Il motore monta inoltre pistoni forgiati, un nuovo intercooler, nuovi iniettori e una centralina ECU modificata. Sostituito anche il sistema di scarico che su questa versione dispone di quattro terminali in acciaio inossidabile.

La nuova Subaru WRX STI S209 viene proposta negli USA solo con il cambio manuale a sei marce e con la trazione integrale dotata di due nuovi differenziali anteriore e posteriore, oltre al differenziale centrale. Questo schema 4×4 è gestito dal Driver Controlled Center Differential (DCCD) e dispone anche del Toque Vectoring attivo. Le novità legate al chassis proseguono con nuovi ammortizzatori Bilstein, nuovi dischi freno perforati con pinze a sei pistoncini Brembo e nuovi cerchi in lega BBS da 19 pollici gommati con pneumatici Dunlop SP Sport Maxx GT600A .

Oltre alle novità meccaniche e tecniche la WRX STI S209 presentata a Detroit sfoggia anche un body kit aerodinamico con u nuovo splitter, e alette laterali sul paraurti frontale, mentre al posteriore monta un nuovo diffusore verniciato in nero con nuove prese d’0aria e un enorme alettone posteriore.

News

Addio Subaru WRX STI

Annunciata la fine della produzione per l'Europa della berlina sportiva a trazione integrale