Prova su Strada

Volkswagen ID.3, piacere di guida e innovazione

di Ilaria Brugnotti -

ID.3 è la prima auto 100% elettrica di Volkswagen: ha le dimensioni di una Golf, con lo spazio interno di una Passat, grazie al passo decisamente lungo e sbalzi corti. A tutto vantaggio dell’abitabilità e della maneggevolezza di guida


Articolo sponsorizzato da Volkswagen

Volkswagen ID.3 è la prima vettura 100% elettrica della Casa di Wolfsburg ed è nata nello stabilimento di Zwickau, appositamente riconvertito per produrre – in modo esclusivo – vetture a batterie. ID.3 è costruita sulla piattaforma modulare MEB, dedicata alle vetture a zero emissioni, una chiave di volta per la diffusione dell’e-mobility. Nello stabilimento tedesco, entro il 2028, puntano a produrre circa 15 milioni di veicoli solo elettrici.

Uno fra gli aspetti più complicati è stato certamente quello di differenziare ID.3 da tutte le auto del gruppo. I designer della Casa tedesca sono riusciti a plasmare un’auto dalla grande identità, con proporzioni da vettura elettrica. Il risultato è ben visibile: ID.3 ha le dimensioni di una Golf, con lo spazio interno di una Passat, grazie al passo decisamente lungo – le batterie si trovano nel pianale – e sbalzi corti, a tutto vantaggio dell’abitabilità e della maneggevolezza di guida. La vettura racchiude in sé molteplici concetti: piacevolezza, tecnologia, purezza ma soprattutto… innovazione.

L’abitacolo è arioso, ampio ed è caratterizzato da un senso di elegante pulizia. Sul nostro esemplare in prova, c’è l’alternanza di tessuti in doppia tonalità grigio chiaro-scuro e dettagli in pelle arancio e bianco. I comandi sono ridotti all’essenziale e attivabili o attraverso il volante multifunzione, oppure grazie al touch screen da 10”. In alternativa, è possibile utilizzare il comando vocale: “Ciao, ID!”.

ID.3 è disponibile in tre differenti livelli di batteria e potenza: 45kWh (110kW, 150CV); 58 kWh (150 kW, 204 CV) – come la protagonista del nostro test drive – oppure da 77 kWh, top di gamma. La prima è in grado di offrire, secondo il ciclo di omologazione WLTP, fino a 426 Km di autonomia, mentre nel secondo caso si possono percorrere fino a 550 Km. L’autonomia dichiarata è davvero vicina ai chilometri percorsi e questo, senza dubbio, gioca un punto a suo favore.

La nuova vettura elettrica del Gruppo Volkswagen può essere ricaricata con corrente alternata a 11 kW, oppure continua fino a 125 kW (nella versione con batteria da 77kWh) e si possono raggiungere 350 Km di autonomia in mezz’ora; mentre in due ore si raggiunge il 100% di ricarica.

Volkswagen ID.3 si rivela subito piacevole da guidare. Ha un assetto equilibrato, baricentro basso e lo sterzo risulta preciso e diretto. Il baricentro basso e la trazione posteriore, come sui modelli più storici di Volkswagen, dal Maggiolino al Bulli, la rendono davvero divertente.

Sono quattro le modalità di guida che si possono selezionare attraverso il touch screen: eco, comfort, sport e individual. Spostando, poi, il selettore sulla lettera “B” si inserisce la funzione “brake” che aumenta il freno motore e, di conseguenza, anche il recupero dell’energia in rilascio e in frenata.

Volkswagen ID.3 ha un prezzo di listino che parte da 34.800 per la versione “City”, fino a 49,300 per la top di gamma “Tour”. Prezzi che possono scendere di quasi 10 mila euro con rottamazione e incentivi.