Prova su Strada

Opel Mokka-e: il piacere è tutto elettrico

di Marco Coletto -

Abbiamo provato la Opel Mokka-e: la variante a emissioni zero della seconda generazione della Mokka è una piccola SUV elettrica stilosa, divertente e ricca di accessori. Migliorabili le finiture e la praticità

Appeal
Avete presente le vecchie Opel che si acquistavano più con la testa che con il cuore? Dimenticatele. Uno dei punti di forza della Mokka-e è il look.
Contenuti tecnologici
Un motore elettrico sotto il cofano, una batteria che garantisce una buona autonomia e tanti dispositivi di assistenza alla guida.
Piacere di guida
Una delle piccole SUV elettriche più divertenti da guidare: agile nelle curve ma rassicurante quando si esagera.
Stile
Forme sexy che penalizzano la praticità: i passeggeri posteriori più alti non hanno molti centimetri a disposizione nella zona della testa.

Le piccole SUV e le auto elettriche sono le proposte più trendy del momento e sorprende che in Germania (nazione sempre attenta a coprire qualsiasi segmento) solo Opel, finora, abbia pensato di unire questi due mondi in un unico progetto: la Mokka-e. La variante a emissioni zero della seconda generazione della Mokka è una “baby” crossover a trazione anteriore rivolta a chi ama l’ambiente ma vuole farlo con stile.

Nella nostra prova su strada abbiamo testato la Opel Mokka-e nel ricco allestimento Ultimate: scopriamo insieme i suoi pregidifetti.

Opel Mokka-e: autonomia e ricarica

La batteria da 50 kWh della Opel Mokka-e garantisce un’autonomia interessante: tra 316 e 322 km. Nella nostra prova su strada siamo riusciti a percorrere oltre 250 km in modo normale/allegro e quasi 300 focalizzandoci sulla massima efficienza (posizione B del cambio per aumentare il freno motore in fase di rilascio e modalità di guida Eco: potenza limitata a 82 CV e un’erogazione non eccezionale).

Per quanto riguarda i tempi di ricarica in corrente continua DC bastano 30 minuti (100 kW) per portare gli accumulatori all’80% (55 minuti a 50 kW) mentre per la carica completa in corrente alternata AC ci vogliono 5 ore e 15 minuti (tri-fase 11 kW) o 7 ore e 30 minuti (monofase 7,4 kW).

Opel Mokka-e: costa il giusto e offre tanto

La Opel Mokka-e Ultimate protagonista della nostra prova su strada ha un prezzo in linea con quello delle rivali (40.250 euro) e una dotazione di serie ricchissima:

  • Sport Button
  • Keyless – Active Entry & Passive start
  • Clima automatico monozona
  • Opel Connect
  • On Board Charger 7 kW – Monofase
  • Cavo di ricarica tipo 2
  • Cavo di ricarica trifase da 22 kW

Sicurezza

  • ESP – ABS
  • Airbag frontali – laterali – Airbag passeggero
  • Airbag a tendina
  • Indicatore pressione pneumatici
  • Kit riparazione pneumatici
  • Attacchi Isofix

Esterni

  • Cerchio in lega da 18″ Bi-Color
  • Intellilux Led Matrix
  • Fari fendinebbia anteriori
  • Vetri posteriori oscurati
  • Tetto Black
  • Finiture esterne colore rosso
  • Luci posteriori a LED
  • Maniglie colore carrozzeria
  • Cromature esterne

Interni & Comfort

  • Safety Pack 2 (riconoscimento segnali stradali, cruise control adattivo con Stop&Go, Lane Keep Assist, riconoscimento pedoni avanzato, frenata d’emergenza a tutte le velocità e segnale attenzione guidatore)
  • Navi Pro 10″ (schermo 10″, DAB, navigatore, info display digitale 12″ a colori, Mirror Link – Apple Car Play & Android Auto)
  • Interni in tessuto Alcantara
  • Winter Pack (sedute anteriori riscaldate, volante riscaldato)
  • Park & Go Pack (sensori di parcheggio anteriori e posteriori, telecamera posteriore 180°, specchietti retrovisori regolabili e ripiegabili elettricamente)
  • Sight&Light Pack (controllo automatico luci, specchietto retrovisore elettrocromatico)
  • Tasche portaoggetti
  • Console centrale con bracciolo
  • Pedaliera sportiva in alluminio
  • Sedili anteriori regolabili a 6 vie
  • Vetri posteriori abbattibili elettricamente
  • Freno di stazionamento elettrico
  • Volante sportivo in pelle a 3 razze
  • Comandi radio al volante
  • Sedili posteriori abbattibili 60:40

A chi si rivolge

A chi ama il look delle crossover, a chi vuole un’auto elettrica per girare in città ma anche a chi vuole avventurarsi ogni tanto fuori dai percorsi urbani sfruttando la buona autonomia e l’eccellente comportamento stradale. Non è invece adatta alle giovani famiglie: lo spazio per la testa di chi si accomoda dietro è poco per via delle forme sexy e il bagagliaio ha una capienza non eccezionale ma in linea con le rivali (310 litri che diventano 1.105 quando si abbattono i sedili posteriori).

Alla guida: primo impatto

La Mokka-e – come la cugina Mokka “termica” – conquista al primo sguardo grazie a un design lontano dalla tradizione Opel ma al tempo stesso riconducibile alla Casa di Rüsselsheim: un cofano lungo impreziosito da una mascherina ispirata alla Manta, un profilo basso e slanciato che potremmo considerare da SUV/coupé se solo terminasse con un accenno di coda e una zona posteriore ricca di personalità.

A bordo si viene accolti da un sedile comodo e da una strumentazione rivolta verso il guidatore che mescola sapientemente comandi digitali e pulsanti fisici. Uscire dai posteggi, però, non è semplice: colpa del lunotto piccolo (per fortuna la dotazione comprende utili protezioni in plastica grezza nella parte bassa della carrozzeria, sensori di parcheggio anteriori e posteriori e una telecamera 180°) e della scomoda levetta del cambio che richiede due o tre tentativi prima di passare da D a R e viceversa.

Le modalità di guida sono tre: due divertenti – la Normal (la più equilibrata nel mixare efficienza e piacere di guida) e la Sport, contraddistinta da un’erogazione brutale come le elettriche di qualche anno fa – più la Eco, consigliata esclusivamente a chi ha bisogno della massima autonomia.

Alla guida: valutazione finale

Nella nostra prova su strada della Opel Mokka-e la piccola SUV elettrica tedesca si è rivelata una gradevole compagna di viaggio: un mezzo tanto divertente nelle curve quanto rassicurante spinto da un motore da 136 CV e 260 Nm di coppia capace di offrire prestazioni vivaci (“0-100” in 9,1 secondi) ma non da primato. Una baby crossover a emissioni zero efficace nella guida allegra e comoda sulle buche: merito di sospensioni che trovano un giusto compromesso tra comfort e sportività, di uno sterzo preciso quanto basta e di un impianto frenante potente nell’uso quotidiano.

Con il passare dei chilometri ci si rende però anche conto che il design seducente degli interni nasconde finiture non molto curate: le plastiche morbide si trovano solo nella parte superiore della plancia e la loro qualità non è eccelsa.

Cosa dice di te

Sei una persona che non si accontenta di un’elettrica per andare dal punto A al punto B ma vuoi anche un mezzo ricco di personalità. Non hai particolare bisogno di spazio ma ami divertirti alla guida.

Scheda tecnica
Motoreelettrico
Batteria50 kWh
Potenza100 kW (136 CV)
Coppia260 Nm
Autonomia316-322 km
Trazioneanteriore
Tempi di ricarica30 minuti - 80% carica (DC 100 kW)
Acc. 0-100 km/h9,1 s
Velocità max150 km/h
Prezzo 40.250 euro

Le concorrenti

DS 3 Crossback E-Tense So Chic
La "cugina" chic della Mokka-e (motore e pianale sono gli stessi) è la rivale più agguerrita della piccola SUV tedesca: compatta fuori, elegante (ma con un bagagliaio non eccezionale) dentro.
Hyundai Kona Electric 39 kWh XLine
Stile originale e tecnologia intuitiva sono i principali punti di forza della baby crossover coreana. Prezzi un po' alti.
Kia e-Soul 39,2 kWh
Comoda, costruita con cura e spaziosa: la piccola Sport Utility coreana non brilla però alle voci "autonomia" e "prestazioni". Dotazione da integrare.
Peugeot e-2008 Allure Pack
Ingombrante fuori (4,30 metri di lunghezza) e spaziosa dentro, monta lo stesso brioso motore della Mokka-e ma è poco agile nel misto stretto.
Leggi l'articolo su Icon Wheels