Prova su Strada

Mercedes A 200 Automatic, la prova della compatta tedesca

Abbiamo provato la Mercedes A 200 Automatic: la quarta generazione della compatta tedesca presenta finiture curate, è piacevole da guidare e monta un motore 1.3 da 163 CV vivace e poco assetato di benzina. La praticità, però, non è il suo forte (e la dotazione di serie va integrata)

Pagella
Città 8/10
Fuori città 9/10
Autostrada 10/10
Vita a bordo 7/10
Prezzo e costi 7/10
Sicurezza 10/10
verdetto
8.5/10

Per promuovere la nuova classe A il marketing Mercedes ha puntato tutto sul (valido) sistema multimediale MBUX e sullo scenografico doppio display sulla plancia. La quarta serie della compatta della Stella – nuovo punto di riferimento nel “segmento C premium” – è, però, molto di più: un’auto completa (comoda e piacevole da guidare, vivace e poco assetata di carburante) che non convince solo alle voci “praticità” e “dotazione di serie”.

La maggior parte delle pubblicità delle automobili fa leva sul lato emozionale, esaltando contenuti a volte persino inesistenti sul modello promosso. Nel caso della nuova Mercedes classe A, al contrario, lo spot si è focalizzato solo su uno dei tanti pregi della compatta della Stella (l’ottimo sistema multimediale MBUX) mettendo in secondo piano tutte le altre caratteristiche che rendono la “segmento C” tedesca il nuovo punto di riferimento della categoria.

Nella nostra prova su strada abbiamo avuto modo di testare la Mercedes A 200 Automatic nell’allestimento più lussuoso Premium: scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

Richiedi un preventivo e una prova su strada

title
8
/10

Città

In città la nuova Mercedes classe A – lunga 4,42 metri e caratterizzata da una buona visibilità e da un’utile retrocamera di serie – si difende bene. Nei parcheggi bisogna però fare attenzione ai graffietti: l’unica protezione in plastica grezza si trova nella parte bassa del paraurti posteriore.

Le sospensioni reagiscono abbastanza bene sul pavé e il motore 1.3 turbo benzina da 163 CV – molto scattante (8 secondi netti sullo “0-100”) – è meno reattivo del previsto ai bassi regimi. Niente di preoccupante, però, sia chiaro.

title
9
/10

Fuori città

Nelle curve la Mercedes A 200 Automatic protagonista della nostra prova su strada convince: agile nel misto stretto e con uno sterzo preciso al punto giusto.

Il propulsore grintoso è abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti in grado di regalare passaggi marcia rapidi e fluidi. Va detto, però, che si tratta di una trasmissione che regala le cose migliori quando si guida in modo tranquillo.

title
10
/10

Autostrada

La quarta serie della Mercedes classe A è un’auto perfetta per l’autostrada: comoda sugli avvallamenti (nonostante una taratura delle sospensioni tendente al rigido avvertibile solo – e non troppo – da chi occupa i sedili posteriori), silenziosa e con un abitacolo ottimamente insonorizzato.

Contraddistinta da freni potenti, regala una grande sensazione di sicurezza nei cambi di direzione alle alte velocità. Per quanto riguarda l’autonomia la Casa di Stoccarda dichiara una percorrenza di 826 km con un pieno di benzina mentre nella realtà è impossibile raggiungere quota 700.

title
7
/10

Vita a bordo

La versatilità non è il punto di forza della nuova Mercedes classe A: se è vero che i passeggeri posteriori ora hanno a disposizione tanti centimetri per le gambe è altrettanto vero che c’è poco spazio nella zona della testa e delle spalle. Anche il bagagliaio potrebbe essere più ampio: 370 litri che diventano 1.210 quando si abbattono i sedili posteriori.

La compatta teutonica si riscatta con le finiture (curatissime) e con il nuovo sistema multimediale MBUX: aggiornabile online, capace di apprendere grazie all’intelligenza artificiale e con comandi vocali intelligenti con comprensione del linguaggio naturale che vengono attivati con l’espressione “Hey Mercedes”.

Ultimo, ma non meno importante, lo scenografico cruscotto composto da un doppio display. Attenzione, però: per averli entrambi da 10,25” (di serie sono da 7”) bisogna spendere come minimo più di 2.200 euro. 1.670 per il pacchetto Tech (che comprende lo schermo centrale da 10,25”, il sistema di parcheggio autonomo e il pacchetto retrovisori) e 549 euro per quello davanti al guidatore.

title
7
/10

Prezzo e costi

La Mercedes A 200 Automatic Premium analizzata nella nostra prova su strada ha un prezzo nella media del segmento – 36.891 euro – abbinato a una dotazione di serie da integrare: AMG Line (mascherina del radiatore Matrix color cromo argentato, grembialatura anteriore AMG con splitter cromato, rivestimenti sottoporta AMG e grembialatura posteriore AMG con elemento decorativo cromato e mascherine dei terminali di scarico a vista, pinze dei freni anteriori con logo Mercedes-Benz, listelli cromati sulla linea di cintura e dei finestrini e pedaliera sportiva AMG in acciaio legato spazzolato con gommini antisdrucciolo), assetto ribassato, cerchi in lega AMG da 18”, climatizzatore automatico bizona, cruise control, Dynamic Select con quattro programmi di marcia (Eco, Comfort, Sport e Individual), fari a LED, MBUX, navigatore, pacchetto Comfort per i sedili (regolazione in altezza del sedile lato passeggero, dell’inclinazione del cuscino dei sedili anteriori e della profondità del cuscino), reti portaoggetti sugli schienali dei sedili anteriori, sedili sportivi con rivestimenti in Artico/Dinamica, sensore pioggia, tappetini in velours sportivi AMG, telecamera posteriore, touchpad e volante sportivo in pelle con mascherina cromata.

I consumi sono bassissimi (la Casa dichiara 19,2 km/l – ciclo NEDC – e con uno stile di guida morigerato si può stare sopra quota 15: non male per un benzina turbo da 163 CV) e la tenuta del valore si preannuncia ottima (la Mercedes classe A è sempre richiestissima sul mercato dell’usato). Migliorabile invece la garanzia di soli due anni a chilometraggio illimitato: il minimo di legge.

title
10
/10

Sicurezza

La Mercedes classe A è una delle compatte più sicure in circolazione: di serie offre airbag per le ginocchia, Brake Assist attivo, cofano motore attivo per la sicurezza dei pedoni, controllo pressione pneumatici, rilevamento automatico del limite di velocità, sistema antisbandamento attivo (una vibrazione del volante avvisa il guidatore in caso di allontanamento accidentale dalla corsia di marcia e l’ESP può intervenire con un intervento frenante unilaterale a velocità tra 60 e 200 km/h) mentre i sistemi più evoluti sono optional.

Ma non è tutto: la “segmento C” tedesca offre infatti una visibilità anteriore eccellente e un impianto frenante potentissimo. Senza dimenticare che stiamo parlando di una vettura tanto agile quanto incollata all’asfalto.

Scheda tecnica
Tecnica
Motoreturbo benzina, 4 cilindri
Cilindrata1.332 cc
Potenza max120 kW (163 CV) a 5.500 giri
Coppia max250 Nm a 1.620 giri
OmologazioneEuro 6d-TEMP
Cambioautomatico a 7 rapporti
Capacità
Bagagliaio370/1.210 litri
Serbatoio43 litri
Prestazioni e consumi
Velocità max225 km/h
Acc. 0-100 km/h8,0 s
Consumo medio19,2 km/l (NEDC)
Autonomia826 km
Emissioni CO2120 g/km
Costi d'utilizzo
Prezzo36.891 euro
Bollo335,40 euro
36.891 euro
Accessori
Cerchi in lega da 18"di serie
Cruise controldi serie
Cruise control adattivo732 euro
Fari a LEDdi serie
Monitoraggio angolo cieco549 euro
Navigatore satellitaredi serie
Sensore pioggiadi serie
Telecamera posterioredi serie
Tetto apribile1.135 euro
Vernice metallizzata720 euro