Prova su Strada

Mazda CX-30 2.0L Skyactiv-X M-Hybrid: ibrida leggerissima

di Marco Coletto -

Abbiamo provato la Mazda CX-30 2.0L Skyactiv-X M-Hybrid: la variante ibrida “leggera” (anzi, leggerissima, visto che è mild-hybrid 24V) della SUV compatta giapponese offre tanto ma spinge poco

Appeal Mazda in Giappone è un marchio “premium”, in Italia purtroppo non è ancora percepito come tale
Contenuti tecnologici Il rivoluzionario motore a benzina Skyactiv-X offre consumi bassissimi e berrebbe poco anche senza il contributo (marginale) del sistema mild-hybrid
Piacere di guida Un assetto riuscito abbinato a un cambio perfetto. Il motore, poco brioso, dimostra invece molti cavalli in meno di quelli che effettivamente possiede (179)
Stile Il Kodo-design Mazda convince sempre

La Mazda CX-30 2.0L Skyactiv-X M-Hybrid è la variante ibrida “leggera” (anzi, leggerissima, visto che il sistema mild hybrid è di soli 24V contro i 48 volt delle rivali) della SUV compatta giapponese disponibile a trazione anteriore o integrale.

Nella nostra prova su strada abbiamo testato la versione Exclusive 2WD della crossover nipponica, una vettura spinta da un rivoluzionario motore a benzina che funziona come un diesel e che promette consumi da record. Scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

Come funziona il motore Skyactiv-X

Il motore Skyactiv-X montato dalla Mazda CX-30 da noi testata è un 2.0 a iniezione diretta di benzina da 179 CV e 224 Nm di coppia che funziona quasi come un diesel, cioè con l’accensione per compressione controllata da una candela. Manca il sistema di disattivazione dei cilindri, presente invece sul due litri Skyactiv-G da 122 CV.

Il tutto abbinato a un sistema mild hybrid 24V che riduce i (già molto bassi) consumi attraverso un generatore-motorino d’avviamento ISG azionato a cinghia che converte l’energia cinetica recuperata in decelerazione in energia elettrica e la immagazzina in una batteria agli ioni di litio da 24V montata tra le ruote. Un convertitore CC-CC trasforma poi questa energia in una tensione appropriata e la fornisce all’impianto elettrico della vettura nel massimo silenzio.

title

Mazda CX-30: ricca e sicura

La Mazda CX-30 2.0L Skyactiv-X M-Hybrid Exclusive protagonista della nostra prova su strada ha un prezzo in linea con quello delle rivali – 33.950 euro – e una dotazione di serie molto ricca:

Esterni

  • Paraurti e maniglie esterne in tinta carrozzeria
  • Retrov. est. colore carrozzeria regolabili, riscald. e ripieg. elettr. e automaticamente
  • Retrov. est. fotocromatici
  • Montanti esterni nero lucido
  • Cerchi in lega da 18″ cromati
  • Fari anteriori a Full LED adattivi a matrice (ALH), fari diurni a LED
  • Fari anteriori e posteriori con LED signature
  • Vetri posteriori scuri
  • Portellone posteriore elettrico
  • Tetto apribile elettricamente

Interni

  • Interni con finiture cromate
  • Rivestimento interni in pelle nera
  • Illuminazione abitacolo con luci LED
  • Sedile posteriore divisibile 60/40
  • Volante multifunzione e pomello cambio rivestiti in pelle
  • Sedili anteriori riscaldabili elettricamente
  • Sedile guidatore con regolazioni elettriche
  • Memorizzazione regolazioni elettriche per sedile guidatore, HUD e retrovisori esterni

Comfort

  • Luci diurne con funzione Leaving/Coming home
  • Alzacristalli elettrici anteriori e posteriori
  • Chiusura centralizzata con telecomando e chiusura automatica in movimento (ADL)
  • Mazda Push Button per avviamento/spegnimento motore
  • Impianto audio Mazda Harmonic Acoustics con radio digitale DAB, comandi al volante, 2xUSB
  • Impianto Stereo Bose Surround Sound System con 12 altoparlanti e amplificatore digitale
  • Mazda Connect con display centrale a grafica TFT a colori da 8,8″, Bluetooth
  • Navigatore satellitare integrato in plancia
  • Interfacce Apple CarPlay – Android Auto
  • HMI Commander
  • Climatizzatore automatico bi-zona con sensore umidità
  • Sensori luce/pioggia
  • Retrovisore interno fotocromatico di tipo Frameless
  • Sensori parcheggio anteriori e posteriori
  • Smart Key
  • Strumentazione con grafica centrale TFT da 7″
  • Head Up Display – proiezione informazioni sul parabrezza
  • Antifurto
  • Monitor 360°

Tecnologia

  • Skyactiv Technology
  • Sistema M-Hybrid
  • G-Vectoring Control Plus (GVC-Plus)
  • Kit riparazione pneumatici
  • 3 anni di garanzia (o 100.000 km)

Decisamente completa anche la dotazione di sicurezza:

  • ABS, EBD, EBA, DSC, TCS, ESS
  • Airbag frontali e laterali (guidatore e passeggero)
  • Airbag a tendina anteriori e posteriori
  • Airbag anteriori ginocchia lato guidatore
  • Sistema di assistenza alla partenza in salita (HHL)
  • Sensori pressione pneumatici (TPMS)
  • Sistema di chiamata di emergenza e-Call
  • Sistema intelligente frenata in città (SCBS) con rilevamento pedoni
  • Sistema di monitoraggio angoli ciechi (BSM) con sistema di rilevazione pericolo uscita parcheggio posteriore (RCTA)
  • Sistema di mantenimento della carreggiata (Lane-keep Assist System)
  • Sistema di controllo automatico fari abbaglianti (HBC)
  • Sistema riconoscimento segnali stradali (TSR)
  • Cruise control adattivo MRCC (con funzioni Full Speed e Intelligent Speed Assist)
  • Sistema intelligente di frenata automatica in autostrada (SBS)
  • Sistema di rilevazione pericolo uscita parcheggio anteriore (FCTA)
  • Sistema di frenata di emergenza posteriore in uscita parcheggio (RCTB)
  • Sistema intelligente frenata in città anche posteriore (Rear SCBS)
  • Sistema rilevazione stanchezza guidatore con sensore espressione viso (DAA)
  • Funzione Cruise and Traffic System (CTS)

 

title

A chi si rivolge

La Mazda CX-30 Skyactiv-X è rivolta principalmente a chi cerca un’auto ibrida e affronta spesso percorsi extraurbani: l’esemplare da noi testato – dotato di un eccellente cambio manuale a sei marce – regala consumi molto interessanti soprattutto quando si affrontano strade statali ad andatura costante mantenendo una velocità intorno agli 80-90 km/h. Impossibile raggiungere i valori dichiarati dalla Casa di Hiroshima (21,7 km/l nel poco realistico ciclo NEDC) ma con uno stile di guida tranquillo si riesce a stare intorno a quota 18 chilometri con un litro.

title

Alla guida: primo impatto

La Mazda CX-30 esteticamente conquista subito grazie a un design filante caratterizzato da un cofano lungo e da un lunotto non troppo ampio (due elementi che, a dire il vero, non sono di grande aiuto nelle manovre). Per fortuna i sensori di parcheggio anteriori e posteriori e il monitor 360° sono di serie e la parte bassa della carrozzeria è ricoperta di elementi in plastica grezza che proteggono dalle “toccatine”.

Lo spazio a disposizione dei passeggeri e dei bagagli (il vano ha una capienza di 422 litri che diventano 1.398 quando si abbattono i sedili posteriori) è nella media del segmento mentre il livello delle finiture interne è molto alto. Una vettura “premium” a tutti gli effetti con materiali di qualità e assemblaggi che rasentano la perfezione: l’unica nota stonata riguarda il display, non touch e comandabile esclusivamente attraverso una rotella poco intuitiva.

Bastano pochi chilometri al volante della Mazda CX-30 per capire i pregi (motore silenzioso e abitacolo ottimamente insonorizzato) e i difetti (poca verve, soprattutto ai bassi regimi) della Sport Utility giapponese, un mezzo che può inoltre vantare un comportamento equilibrato nelle curve e un pacchetto sterzo/freni riuscito.

title

Alla guida: valutazione finale

La Mazda CX-30 2.0L Skyactiv-X M-Hybrid oggetto della nostra prova su strada non è un fulmine di guerra: la crossover asiatica non dimostra i cavalli che ha (179) e punta più sull’efficienza e sulla riduzione dei consumi.

Se guidate spesso in città meglio rivolgersi alle rivali full hybrid, se invece cercate una vettura a benzina tecnologicamente evoluta e poco assetata di carburante per affrontare gite fuori porta lei può fare al caso vostro.

title

Cosa dice di te

Sei un automobilista informato che ama le soluzioni tecniche raffinate ed è poco interessato all’apparire. Cerchi una fedele compagna di viaggio che non verrà colpita nei prossimi anni dai blocchi del traffico e non puoi rinunciare al comfort e alla versatilità.

title
Scheda tecnica
Motoremild hybrid benzina, 4 cilindri in linea
Cilindrata1.998 cc
Potenza132 kW (179 CV) a 6.000 giri
Coppia224 Nm a 3.000 giri
Peso a vuoto senza conducente1.368 kg
Acc. 0-100 km/h8,5 s
Velocità max204 km/h
Bagagliaio422/1.398 litri
Consumi19,2/23,3/21,7 km/l (NEDC)
Prezzo 33.950 euro
title

Le concorrenti

Audi Q3 35 TFSI S tronic Mild hybrid benzina come la Mazda CX-30, meno potente (150 CV contro 179) ma con due plus da non sottovalutare: il turbo e un sistema ibrido più “corposo” (48V anziché 24V). Una crossover “premium” molto versatile
Kia Sportage 2.0 CRDi M.Hybrid Energy Trazione integrale, cambio automatico e un sistema mild hybrid (48V) abbinato a un motore turbodiesel. Senza dimenticare lo spazio
Lexus UX Executive La versione base della “cugina” premium della Toyota C-HR è una vera ibrida – full – dotata di un cambio automatico CVT. La praticità non è il suo forte
Toyota C-HR 2.0 Trend Full hybrid come la “cugina” Lexus UX, offre consumi da primato (soprattutto in città) e un design grintoso e riuscito come quello della CX-30