Primo contatto

Volkswagen Golf R e GTI Performance 2017: le novità delle sportive

di Junio Gulinelli -

Al volante delle due varianti di gamma che incarnano l'anima racing della compatta di Wolfsburg. Più potenti ma soprattutto più tecnologiche

Due mesi dopo la presentazione della nuova Volkswagen Golf ritorniamo a Palma de Mallorca (Spagna), ma questa volta la destinazione è il circuito di Llucmajor, dove ad attenderci c’è un anfitrione speciale: la nuova Golf R 2017, che per l’occasione si presenta come la versione più potente della sua storia. 

Golf R: la regina della gamma

La sorella minore, la Golf GTI (di cui si parlerà più avanti) è quella che vanta la tradizione e la fama più grande all’interno della gamma Golf, ma la R è la regina assoluta in quanto a prestazioni: 310 CV, 400 Nm di coppia (tra i 2.000 e i 5.400 giri) e uno sprint da 0 a 100 km/h coperto in soli 4,6 secondi (come la Porsche 911 Carrera Coupé). 

Questa versione 2017 non è altro che un’evoluzione di quella del 2014 con l’adozione di piccole novità come la strumentazione digitale, i ritocchi estetici e alcuni miglioramenti tecnici qua e là. 

Il primo contatto con la nuova Golf R trasmette da subito grande stabilità e affidabilità. La combinazione tra la trazione integrale 4Motion e le sospensioni che trasmettono un ottimo feeling danno un grande equilibrio d’insieme a questa sportiva che si muove bene, con agilità e carattere, anche tra le strette curve del tecnico circuito maiorchino.  Lo sterzo progressivo rimanda buone sensazioni e lavora di precisione in ogni situazione, anche in quelle più estreme, assicurando sempre fedeltà alla traiettoria scelta. 

E poi c’è il quattro cilindri da due litri TSI che stimola continuamente a mettere alla prova i 310 CV di questa versione. Inoltre il nobile comportamento di questa piattaforma MQB, ottimizzata per le alte prestazioni, permette di guidare puliti, evitando brusche controsterzate o stress tra i cordoli, perfetta per chi cerca sempre il limite insomma… 

Brutale con il pacchetto Performance

Nel nostro caso la vettura che abbiamo testato a Llumajor è quella con il cambio automatico a doppia frizione DSG a sette rapporti, ormai sinonimo di rapidità e affidabilità e, tra l’altro, unica scelta proposta a listino in Italia per la Golf R 2017. Le unità messe a disposizione alla presentazione spagnola erano tutte dotate del pacchetto Performance (il cui prezzo ancora non è stato rivelato) che aggiunge alla dotazione di base della R i dischi freno maggiorati, auto ventilati e da 340 mm, i pneumatici semi-slick, un piccolo alettone che migliora l’aerodinamica, l’eliminazione del limitatore della velocità e, ciliegina sulla torta, il sistema di scarico in titanio firmato Akrapovic dal sound più coinvolgente e dal peso ridotto di 7,2 kg.

Più moderna con la strumentazione digitale

Le novità estetiche riguardano i paraurti ridisegnati, i nuovi gruppi ottici, gli specchietti retrovisori in contrasto e i cerchi da 18 o 19 pollici. Quando si entra nell’abitacolo della nuova Volkswagen Golf R 2017 si nota subito il digital cockpit che dà tutt’altra aria, più moderna, alla strumentazione. E poi quando si inserisce la modalità di guida “Sport” la funzione Sport-HMI del sistema visualizza sullo schermo della plancia dati interessanti, tra cui le informazioni sul motore, la potenza richiesta dal powertrain o la forza G.

Prezzi e dotazione

La nuova Volkswagen Golf R arriva in listino con prezzi a partire da 45.900 euro e tra la dotazione di serie comprende: indicatori di direzione posteriori dinamici, Front Assist con frenata d’emergenza City, Cruise Control adattivo ACC, climatizzatore Air Care Climatronic, cerchi in lega da 18 pollici, volante sportivo rivestito in pelle con paddle, pomello della leva del cambio rivestito in carbon style, Park Pilot e sensori di parcheggio, pacchetti Light e Mirror, Navigatore Discover Media con servizi online Guide & Inform Basic (3 anni incl.), strumentazione digitale e regolazione attiva dell’assetto DCC. 

Golf GTI Performance, divertimento puro

Ma a Maiorca non c’era solo la Golf R. A concedersi alla stampa c’era infatti anche la nuova Golf GTI Performance 2017. Nonostante l’incontro con questa sportiva che manterrà sempre il titolo di “Golf per eccellenza” sia stato fugace, è bastato per cogliere i suoi dettagli più specifici. 

Per coloro a cui la GTI standard non dovesse bastare, Volkswagen offre questa versione ancora più radicale della compatta. 41 anni dopo il debutto della prima GTI questa è la versione con la mitica sigla più potente mai realizzata. Il 2.0 TSI che pulsa sotto il cofano eroga infatti 15 CV in più e arriva così a 245 CV. Nello scatto 0-100 fa fermare il cronometro sui 6,2 secondi mentre la velocità di punta rimane limitata a 250 km/h. La coppia motrice è stata incrementata fino a 370 Nm (+20 Nm) ed è disponibile a partire dai 1.300 giri e fino ai 4.300 giri. 

La GTI Performance, a trazione anteriore, dispone di un differenziale autobloccante e dischi freno maggiorati. Anche qui, a bordo, troviamo il nuovo digital cockpit, oltre al sistema di navigazione Discover Media con schermo touch da 8 pollici e sistema di illuminazione Leaving home e Coming home.  Non rinuncia però ai dettagli classici che ne hanno fatto un’icona, tra cui la tappezzeria scozzese per i sedili e il pomello del cambio a pallina da golf.

A proposito di cambio, noi abbiamo provato la versione con il manuale a sei marce e, a gusto di chi l’ha provata, è la scelta che si sposa perfettamente con la filosofia GTI, irrinunciabile quindi. Tra gli altri accessori di serie della Volkswagen Golf GTI Performance 2017 troviamo anche i sensori per la pioggia, le luci automatiche, l’infotainment Composition Media con schermo touch da 8 pollici, cerchi in lega Milton Keynes da 18 pollici, strumentazione digitale e sistema App-Connect. 

Per concedersi il gioiellino della gamma Golf di Volkswagen, la GTI, servono almeno 34.000 euro. Sempre ben spesi. 

Scheda Tecnica
Motore4 cilindri 2.0 TSI BMT - Cambio DSG
Potenza310 CV (5.500 giri - 6.500 giri)
Coppia 400 Nm (2.000 giri - 5.400 giri)
Accelerazione0-100 km/h in 4,6 secondi
Velocità massima 250 km/h
Consumi medi dchiarati7,9l/100 km
Emissioni CO2 dichiarate 180g/km
Prezzo 45.900 euro