Primo contatto

Nissan Micra: non chiamatela piccola

La quinta generazione della "segmento B" giapponese punta sul design sexy e sulle finiture curate per conquistare il pubblico.

Comfort Insonorizzazione efficace. Beccheggio e rollio inavvertibili.
Costi Il listino oscilla tra i 12.600 e i 19.800 euro: allineato alla miglior concorrenza. Vasta scelta di optional.
Piacere di guida La Micra ha la giusta verve di motore. Freni, sterzo e sospensioni invitano alla guida dinamica.
Ambiente Motori Euro 6 ed emissioni di CO2 molto contenute: il 1.5 dCi arriva a 85 g/km.

Addio Micra, ben tornata Micra. Nissan nel lanciare il nuovo modello di una delle sue vetture più popolari ha scelto la strada del totale rinnovamento e riposizionamento. Dunque addio per sempre all’automobilina dalle linee tondeggianti e femminili e spazio a una macchina molto più maschile, muscolosa, assettata, personalizzabile.

Nulla a che vedere, per capirci, con le Micra d’inizio millennio che pure avevano introdotto nel mondo delle utilitarie elementi prima sconosciuti come il cambio automatico e l’aria condizionata. Qui, sotto una linea ben più aggressiva, abbiamo un pieno di tecnologia: dalla connettività ad uno dei più sofisticati impianti stereo per questa categoria, realizzato da Bose.

E addio, infine, alla spartanità dell’ultima Nissan Micra, costruita in India per mercati meno sofisticati del nostro: questa è un’auto prodotta in Francia per noi difficili europei.

Stile e interni

Il design della nuova Micra è sicuramente impattante. Le linee sono tese con un frontale presente e scolpito, dominato da un baffo cromato che sottolinea il logo della Casa giapponese, con fari angolati e, addirittura, spoiler aggressivi a chiudere in basso. Ben riuscita la linea di cintura con portiere modulate e montanti raccordati a un tetto che scende nella parte posteriore per aggiungere dinamicità alla vettura. Dietro fari “a freccia” e un piccolo spoiler completano l’aria sportiveggiante della Micra.

Ma il salto ancor più evidente nella qualità e nel design della Nissan Micra si avverte negli interni: volante a tre razze, strumenti alloggiati in una conchiglia con palpebra superiore anti riflesso, plancia con fascia in tinta con la carrozzeria dominata da uno schermo grande il giusto col quale si comandano le funzioni dell’auto. Materiali nobili, morbidi, di gusto.

I sedili giustamente avvolgenti fanno presagire un comfort di marcia da berlina superiore: facile trovare la giusta posizione di guida con tutti i comandi a portata di mano. Lo studio dell’ergonomia si avverte, subito, nel momento in cui si schiaccia la frizione e si innesta la prima. Spazio per quattro persone e un baule in linea con le dimensioni della vettura.

Il sistema hifi Bose Personal della Nissan Micra è un optional a cui è difficile rinunciare se vi piace la musica: con altoparlanti presenti anche nel poggiatesta del guidatore restituisce un suono avvolgente e preciso, qualunque sia la musica che vogliate ascoltare. Bassi profondi e voce e strumenti riprodotti con una fedeltà difficile da ricordare in altre vetture di questa categoria. Un’esperienza da provare.

Impressioni di guida

Abbiamo testato la nuova Micra in condizioni per la verità un po’ particolari, su strade e stradine intorno a Dubrovnik, in Croazia. Freddo consistente, un po’ di neve sull’asfalto, pioggia battente il secondo giorno. Quindi la prima impressione va alla climatizzazione: assai efficace nel mantenere l’abitacolo riscaldato e nell’evitare l’appannamento dei vetri. La visibilità, anche sotto la pioggia, non è mai stata critica grazie al parabrezza ampio e ai tergi che fanno benissimo il loro dovere. Due i motori disponibili al test: il 1.5 turbodiesel quattro cilindri da 90 CV e il turbo benzina tre cilindri 0,9 litri di eguale potenza. Il terzo motore in gamma è un 1.000 cc tre cilindri aspirato da 73 CV: una scelta per chi vuole il massimo dell’economicità nei consumi.

A parità di potenza, il turbo benzina della Nissan Micra garantisce allunghi più efficaci del fratello turbodiesel e se amate una guida più sportiveggiante, nonostante la piccola cilindrata, è il motore più indicato. Entrambi sono un po’ pigri sotto i duemila giri, poi scattano veloci con il benzina che arriva a 6.500 giri, mentre il turbodiesel si ferma, come tutti i motori a gasolio, a quota 4.500. Tutti i motori sono abbinati a un cambio manuale a cinque marce (poi arriverà col tre cilindri a benzina anche un automatico) preciso negli innesti e di corsa corta.

Purtroppo l’asfalto ghiacciato (e le gomme estive) non ci hanno permesso di forzare più di tanto l’andatura: quello che è certo è che la nuova Micra ha un telaio sincero, uno sterzo preciso, un assetto solido, un sistema frenante potente e modulabile e vi consente di affrontare le curve con un bel piglio. Insomma è una cittadina quanto a dimensioni (lunga 3,999 metri), ma anche un’auto che regala ancora per chi lo cerca un piacere di guida facile da raggiungere e in totale sicurezza. Insomma una vettura sulla quale non guasterebbero propulsori anche più performanti. L’unica cosa che non possiamo dirvi, perché non c’è stata la possibilità materiale, è come si comporta sul pavè cittadino.

Conclusioni e prezzi

Da quello che vi abbiamo detto, è chiaro che non abbiamo a che fare con un’utilitaria. E infatti il listino della Nissan Micra parte da 12.600 euro con il motore benzina da 73 CV per arrivare alla versione più chic col turbodiesel a 19.800 euro.

I livelli di allestimento sono cinque: Visia, Visia+, Acenta, Nconnecta e Tekna. Ovvio che se potete investire quasi 20 mila euro la Tekna ha tutto quello che oggi si può desiderare da un’auto di pregio: sei airbag, retrocamera, schermo da sette pollici, navigatore, clima automatico, computer di bordo, sensori temperatura e pioggia, ABS, Esp, sistema di frenata di emergenza, segnalatore di oltrepassamento della carreggiata più il sistema Bose sound system (che per le altre versioni è optional a 800 euro).

Se volete stare più bassi come sempre la versione intermedia Acenta offre già molto per 15.700 euro, dallo schermo touch alle rifiniture più pregiate. In ogni caso il listino Nissan è ampiamente modulabile, con decine di possibilità di incroci tra tecnica, equipaggiamenti e colori e sticker disponibili per la carrozzeria. Configurarsi la propria Micra è un gioco anche divertente, dove alla fine si trova sempre la personalizzazione che cerchiamo.

Le ambizioni di Nissan per la nuova Micra sono alte: per il mercato italiano quest’anno saranno disponibili 20 mila vetture con l’obiettivo di posizionare saldamente l’auto nella top ten del segmento. Con l’idea di non calare la carta del prezzo più conveniente ma di quello adeguato alla classe e alle dotazioni della macchina. Con in più un design che stacca decisamente Micra dalla concorrenza. E, com’è noto, proprio lo stile è il primo elemento nelle decisioni d’acquisto.

Scheda Tecnica
Motoreturbo benzina
Cilindrata3/898 cc
Potenza66 kW (90 CV) a 5.500 giri
Coppia140 Nm a 2.250 giri
Trazioneanteriore
Velocità massima175 km/h
Acc. 0-100 km/h12,1 s
Consumo urb./extra/medio17,9/27,0/22,7 km/l
Dimensioni4,00/1,74/1,46 metri
Passo2,53 metri
Business

Le dieci auto aziendali più attese del 2017

Tante proposte per tutti i gusti e tutte le tasche