Primo contatto

Mercedes EQS 580 4Matic: diversamente ammiraglia

di Massimo Mambretti -

Abbiamo guidato la Mercedes EQS 580 4Matic: l'ipertecnologica ammiraglia elettrica tedesca può vantare un'autonomia eccellente e un'aerodinamica da record

Dopo citycar, auto sportive e SUV, ecco la prima limousine a batteria. E non sorprende che Mercedes, leader mondiale della categoria superpremium con la Classe S, sia la prima a raggiungere questa meta con la EQS. La nuova ammiraglia della Stella Tre Punte nasconde sotto la sua filante silhouette tecnologie all’avanguardia come la batteria più grande mai integrata in un’automobile e lo spettacolare Hyperscreen. È un mega-display lungo un 1,41 metri di serie sulla versione 580 4Matic che percorre la plancia racchiudendo la strumentazione da 12,3”, lo schermo dell’infotainment da 17,7” e quello da 12,3”dedicato al passeggero anteriore. Insomma, un widescreen degno di un’astronave.

La Mercedes EQS, però, è ancora molto altro. Infatti, non è solo una limousine elettrica perché è anche la prima ammiraglia al mondo e la prima Mercedes nativa elettrica, ovvero concepita su un’architettura dedicata a un modello alimentato solo dagli elettroni. E per evitare che la EQS non dilapidi in fretta quanto contiene la sua enorme batteria è anche l’auto più aerodinamica al mondo, grazie a un Cx di 0,20! Per ottenere questo risultato i designer della Mercedes hanno ridefinito il linguaggio stilistico del brand appoggiando sopra al sottoscocca completamente carenato e a dimensioni importanti un outfit modellato da un profilo a goccia, nel quale i volumi si integrano sino al punto da fare sembrare la EQS persino una coupé a quattro porte, e da superfici levigatissime.

Punto d’incontro fra lusso e hi-tech

La EQS non manda in pensione la classe S, perché è diversamente ammiraglia. Per intenderci, pur offrendo un abitacolo sconfinato, grazie anche al passo lunghissimo, è stata concepita per offrire il massimo nella zona anteriore, dominata dalla presenza dell’Hyperscreen. Infatti, si rivolge ai techno-addicted anche con la tecnologia imbarcata a bordo e non solo con quelle del powertrain e della rete elettrica. A soddisfare questi appassionati ci pensano poi anche altre soluzioni come la possibilità opzionale che manda in pensione lo chaffeur, perché consente di aprire e chiudere le porte automaticamente anche tramite comandi gestuali letti dal sistema operativo MBUX, o quella che permette al passeggero anteriore di godersi un film, di distrarsi con un videogioco e di impostare o seguire la navigazione. Ma solo a lui, perché una telecamera vigila sullo sguardo di chi guida e se nota occhiate furtive mette lo schermo in standby. Prendere confidenza con l’Hyperscreen è facile, perché tutte le funzioni si gestiscono facilmente e come sulle altre Mercedes si può contare sull’assistente personale, sempre chiamato in causa dalla frase Hey Mercedes. Il carico tecnologico si sposa con un’atmosfera estremamente lussuosa impressa dai materiali pregiati e dalla realizzazione accurata di ogni componente dell’arredamento. E chi siede dietro? Beh, anche lui può sfruttare ogni tipo di confort e coccola, ma analogamente a quanto può fare con una classe S

title

Perfetta viaggiatrice

Ma le sorprese che riserva la EQS non finiscono qui. Partiamo da quella che più di tutte sta a cuore quando si parla di auto elettriche: l’autonomia. Anch’essa è di taglia XXL ma non solo perché nel caso della 580 4Matic arriva sino a 676 chilometri, ma anche perché un sofisticato sistema di rigenerazione consente di recuperare in fretta tanta elettricità nei rallentamenti. Ovviamente, sui percorsi dove gli step dedicati a questo scopo – l’auto che tiene conto dei segnali, del profilo del fondo stradale e del traffico per gestire i flussi energetici – possono dare il meglio di sé. Quindi, i tratti in cui sono frequenti le decelerazioni o nella marcia stop & go cittadina. A proposito, la EQS naturalmente è anche pronta per la guida autonoma di livello 3, a dispetto delle normative europee ancora in via definizione. Portare a spasso un’ammiraglia così robusta e pesante è più istintivo del previsto, senza però pretendere di sgaiattolare tra le curve come con un’auto sportiva. Insomma, la EQS è soprattutto un’eccezionale compagnia per i lunghi viaggi in autostrada. Il feeling di guida è propiziato sia dalla naturale reattività del potente powertrain costituito da due motori che forma anche la trazione integrale, dalle quattro ruote sterzanti che “accorciano” la lunghezza della EQS per renderla più maneggevole e dalle sospensioni pneumatiche adattive. Quindi, guidare e viaggiare con la EQS è gradevole per chi sta al volante così come per tutti i passeggeri. Tanto più che nell’abitacolo regna sempre un silenzio da cattedrale.

Tutti i numeri della Mercedes EQS 580 4Matic
Potenza max524 cv
Coppia max855 Nm
Trazioneintegrale
Batteria (ioni di litio)107,80 kWh
Tempi di ricarica (presa da 11/22 kW)10/5 ore
Tempo ricarica in CC 10-80% (200 kW)31 minuti
Consumo medio (ciclo Wltp)21,3 kWh/100 km
Autonomia (ciclo Wltp)676 km
Velocità210 km/h
Accelerazione 0-100 km/h4,3 s
Lunghezza/larghezza/altezza (cm)522/192/151
Passo (cm)320
Peso ordine di marcia (kg)2.585
Capacità bagagliaio (litri)610-1.770
Prezzo152.144 euro