Primo contatto

Mercedes A 180 d: la Stella più amata

Abbiamo guidato la versione più equilibrata (e più venduta) della classe A

Comfort Sospensioni posteriori un po' rigide e motore non molto silenzioso.
Costi Il listino è salato (com'è giusto che sia) ma i consumi sono molto bassi.
Piacere di guida Incollata all'asfalto ma meno coinvolgente delle rivali nel misto stretto.
Ambiente Il motore 1.5 turbodiesel di origine Renault emette poca CO2: 98 g/km.

La Mercedes A 180 d non è solo la versione più amata della classe A ma è anche la variante più equilibrata della compatta tedesca.

Nel nostro primo contatto dell’allestimento Sport abbiamo analizzato quella che a nostro avviso è l’auto ideale per chi vuole entrare per la prima volta nel magico mondo della Stella: una “segmento C” premium dotata di un valido motore 1.5 turbodiesel di origine Renault.

Appagante ma non spaziosa

La Mercedes A 180 d del nostro primo contatto è un’auto appagante: la qualità percepita a bordo è elevata grazie ad alcuni elementi di stile riusciti (come ad esempio le tre bocchette d’aerazione centrali sulla plancia) e i materiali usati per i rivestimenti sono ottimi. Peccato per qualche imprecisione di troppo negli assemblaggi. L’abitacolo offre tanto spazio nella zona delle gambe dei passeggeri posteriori (ma il divano è stretto e i più alti rischiano di toccare il tetto con la testa) e il bagagliaio – 341 litri che diventano 1.157 quando si abbattono i sedili posteriori – è un po’ piccolino.

L’allestimento Sport – il più amato dai clienti della Casa di Stoccarda – potrebbe essere più ricco: assetto comfort standard con sospensioni ad irrigidimento automatico in funzione della velocità, autoradio, cerchi in lega da 17”, climatizzatore automatico, pacchetto Comfort per i sedili (regolazione in altezza del sedile passeggero, regolazione dell’inclinazione del cuscino dei sedili anteriori e regolazione profondità del cuscino), sensore luci e volante e leva del cambio in pelle.

Più coinvolgente che comoda

Dimenticatevi le Mercedes “paciose” di una volta: la terza generazione della classe A è una compatta dall’impostazione sportiveggiante caratterizzata da una posizione di guida bassa, da sospensioni posteriori piuttosto rigide ma anche da un abitacolo poco curato alla voce “insonorizzazione”.

Il motore 1.5 turbodiesel di origine Renault non ha molti cavalli (109) ma si riscatta con una coppia di 260 Nm e con una spinta corposa sotto i 2.000 giri. Il cambio offerto di serie è un manuale a sei marce ma l’esemplare guidato nel nostro primo contatto montava un valido doppia frizione a sette rapporti tanto rapido quanto fluido nei passaggi marcia.

La Mercedes A 180 d offre prestazioni nella media del segmento (190 km/h di velocità e 11,3 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari), uno sterzo preciso e sensibile come pochi altri e freni molto potenti. Alti e bassi per quanto riguarda il comportamento stradale: se è vero che nei curvoni veloci è stabile e sicura è altrettanto vero che nel misto stretto è più impacciata di altre rivali.

Costa tanto, beve poco

La Mercedes A 180 d Sport oggetto del nostro primo contatto è, come tutte le auto della Stella, cara: per la versione manuale ci vogliono 28.240 euro e la cifra supera quota 30.000 (30.380 euro, per l’esattezza) se si opta per l’automatica.

In cambio si riceve una compatta “premium” che tiene molto bene il valore in caso di rivendita e che consuma pochissimo: raggiungere il valore dichiarato di 27,0 km/l è ovviamente impossibile ma con uno stile di guida tranquillo non è difficile stare sopra quota 20.

La Mercedes classe A ha conquistato cinque stelle nei crash test Euro NCAP ma la dotazione di sicurezzaairbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia del guidatore, assistente per le partenze in salita, attacchi Isofix, Attention Assist Plus (evita i possibili colpi di sonno), controlli di stabilità, frenata automatica e monitoraggio pressione pneumatici – va a nostro avviso integrata con le ultime “diavolerie” tecnologiche.

Ultima, ma non meno importante, la garanzia: solo due anni a chilometraggio illimitato, il minimo di legge.

Scheda Tecnica
Motoreturbodiesel
N. cilindri/cilindrata4/1.461 cc
Potenza80 kW (109 CV) a 4.000 giri
Coppia260 Nm a 1.750 giri
Trazioneanteriore
Velocità massima190 km/h
Acc. 0-100 km/h11,3 s
Consumo urb./extra/medio23,3/29,4/27,0 km/l
Dimensioni4,30/1,78/1,43 metri
Passo2,70 metri
Archivio

Mercedes Classe E 2016

La quinta generazione dell'ammiraglia tedesca.

Foto

Mercedes SL, la storia in foto

Il giusto mix tra eleganza e sportività.

Foto

Mercedes classe A, l'evoluzione

Nasce nel 1997 come piccola monovolume ma dal prossimo anno si trasformerà in una compatta sportiva.