Primo contatto

Kia EV6: grande formato zero emissioni

di Massimo Mambretti -

La EV6 è la prima Kia nativa elettrica, la capostipite di una famiglia che crescerà in fretta. La vettura apre anche un nuovo capitolo a livello stilistico, che poggia sull’incontro tra originalità e funzionalità


La EV6 è la prima Kia nativa elettrica. È la capostipite di una famiglia che crescerà in fretta e che proporrà modelli che s’inseriranno in ogni fascia di mercato: la EV6 è il manifesto tecnologico della visione della mobilità futura del brand coreano. Di più, perché la EV6 apre anche un nuovo capitolo a livello stilistico, che poggia sull’incontro tra originalità e funzionalità. Inoltre ha una personalità decisamente trasversale, poiché sulla carta è una crossover che fa la coupé di taglia media, ma dal vivo è autorevole, non ha nemmeno altri timori reverenziali nei cofronti di vetture più grosse. Infatti, grazie alle possibilità offerte dall’architettura E-Gmp, sviluppata dal gruppo Hyundai-Kia per tutte le prossime full-electric, ha una gamma che comprende versioni mono e dual-motor, quindi anche a trazione integrale elettrica, con potenze che vanno da 225 a 585 cavalli. Un picco con cui la EV6 si può confrontare anche con proposte di brand sportivi puri. E non solo quelle a emissioni zero. Una missione sostenuta anche dal ricco schieramento di tecnologie di ultimissima generazione incluso nella ricca dotazione di serie. Una suite che riguarda tanto la gestione energetica, (la tensione a 800 V della rete elettrica consente ricariche della batteria agli ioni di litio da 7,4 kWh in tempi brevi con i rarissimi impianti superfast) quanto l’ausilio alla guida, il dinamismo e la connettività.

La personalità hi-tech è ben percepibile appena si entra nell’abitacolo, al pari dell’esterno frutto di un design minimalista ma ricercato ed ergonomicamente ben concepito. Infatti, lo sguardo è attirato dallo spettacolare scenario generato dal wadescreen curvo formato dai display da 12,3” della strumentazione configurabile e del solerte sistema d’infotainment, basato sulla più recente release del sistema operativo Uvo. L’ambiente abbina alla ricercatezza della presentazione, frutto del sapiente abbinamento tra i materiali e i cromatismi, un’ampiezza inaspettata per una vettura che, di fatto, è di taglia M. Quindi, a bordo si viaggia nello spazio come, del resto, potrebbe suggerire anche il design futurista di tutta la EV6, che ispirerà anche quello di tutte le future consanguinee.

Riuscito punto d’incontro tra sostenibilità, dinamismo e confort

Suggestioni a parte, la EV6 suscita ottime impressioni con le ruote attaccate alla strada, come constatato guidando la Gt-line. Ovvero, la versione a quattro ruote motrici di allestimento più ricco che, sino a quando non sarà fisicamente disponibile la GT da 585 CV, è la top di gamma della famiglia.

Dinamicamente questa EV6 non suscita perplessità perché, molto banalmente, sorprende coniugando l’agilità con l’affidabilità. Quindi, si guida istintivamente tanto in città quanto sui percorsi extraurbani sia per la naturale (e tipica) spontaneità con cui il powertrain elettrico risponde ai comandi sia con il comportamento. Quest’ultimo è rigoroso e consente, dove si può, anche una guida divertente, specie sui tratti veloci grazie all’equilibrio generato tanto dall’assetto sostenuto quanto dal baricentro basso e dalla ripartizione della massa, abbondantemente distribuita tra le ruote dalla grossa batteria posta sotto il pianale. Quindi, spontaneamente si è portati a sfruttare spesso le progressioni davvero incisive offerte dal motore, sia in accelerazione sia in ripresa, quando si passa dalle configurazioni Eco o Normal alla Sport. E in ogni condizione di guida e di marcia il confort è sempre di alto livello, poiché nell’abitacolo solo a velocità superiori a quelle permesse in autostrada si avverte qualche fruscio aerodinamico. Nel capitolo confort può rientrare anche la modalità one-pedal, la più incisiva delle quattro proposte dalla EV6 per recuperare energia elettrica nei rallentamenti. Infatti, questa funzione utile soprattutto in città permette di guidare usando solo l’acceleratore poiché arriva ad arrestare completamente la vettura.

Tutti i numeri della Kia EV6 Gt-line

  • Potenza max: 325 cv
  • Coppia max: 605 Nm
  • Tempi di ricarica (presa da 11 kW): 7,2 ore
  • Trazione: integrale
  • Batteria (ioni di litio): 77,4 kWh
  • Consumo medio: 18 kWh/100 km
  • Autonomia (ciclo Wltp): 484 km
  • Velocità: 185 km/h
  • Accelerazione 0-100 km/h: 5,4 s
  • Lunghezza/larghezza/altezza (cm): 468/188/155
  • Passo (cm): 290
  • Peso ordine di marcia (kg): 1.985
  • Capacità bagagliaio (litri): 490-1.300
  • Prezzo: 61.000 euro
tag
ev6 Kia