Primo contatto

Honda HR-V Sport: sportiva nel look, comoda per tutti i giorni

di Francesco Neri -

Abbiamo guidato la nuova Honda HR-V Sport con il motore 1.5 turbo V-TEC da 184 CV e cambio manuale, ecco le nostre prime impressioni

L’Honda HR-V non è un’auto che vuole dare nell’occhio, non lo è mai stata. Eppure, la versione HR-V Sport che abbiamo provato, è più vivace e grintosa del solito.
Il suo design rimane timido e convenzionale, molto “japp” e soprattutto molto Honda, ma esibisce più muscoli, mostra dettagli ammiccanti: dai cerchi in lega neri da 18”, alle minigonne, passando per la griglia a nido d’ape, i doppi scarichi e l’alettone nero.

Indossa un abito sportivo, ma in realtà ha un animo pacato. In parte.

In realtà la versione Sport è davvero “più sport”, non solo perché la Honda HR-V è agile e raccolta (con 434 cm di lunghezza è poco più ingombrante di una compatta), ma soprattutto perchè monta il nuovo 1.5 turbo V-TEC da 182 CV.

Un motore efficiente, ma che dice la sua anche nella guida allegra, e che sviluppa 240 Nm di coppia tra i 1900 e i 5500 (nella versione con cambio manuale), e 220 Nm tra i 1700 e i 5500 giri nella versione con cambio a variazione continua.

Per quanto riguarda l’handling, invece, la HR-V Sport monta di serie l’Agile Handling Assist e il Damper SDC (che cambia la taratura delle sospensioni in base al carico della vettura e del terreno) che ne migliorano comfort e tenuta di strada.

Com'è dentro

Dentro la Honda HR-V Sport si rinnova e si rinfresca. Uno stile più sportivo e moderno, un aggiornamento sul fronte tecnologico e materiali più curati. Il design è più europeo del solito e la qualità percepita è buona, anche se alcuni dettagli – come il design del volante o del cruscotto – son un po’ agé.

La posizione di guida leggermente inclinata non è perfetta, soprattutto per i più alti, che si ritrovano sempre troppo lontani dal volante (che non ha molta escursione), mentre il sistema d’infotainment rimane un po’ datato e piccolo (7 pollici oggi non sono poi molti), ma in compenso ha tutto ciò che serve, Apple CarPlay e Android Auto compresi.

Buono invece lo spazio, sia per chi guida, sia per chi siede dietro. Il bagagliaio, grazie al Magic Seat (il comodo sistema che ribalta i sedili) aumenta la capienza da 470 a 1100 litri.

title

Su strada con la versione con il cambio manuale

Il nuovo motore 1.5 V-TEC turbo ha tante qualità: è incredibilmente elastico, ha tanta coppia (riprende bene anche nelle marce alte) e allunga con grinta, come un vero V-TEC. Vibra anche poco, e fa sentire la sua voce solo quanto gli si tira il collo; insomma, è davvero un ottimo motore.

Il peso contenuto della Honda HR-V Sport (poco meno di 1400 kg) aiuta a ricavarne prestazioni interessanti; non solo sullo scatto da 0 a 100 km/h, che con 7,8 secondi non è affatto male, ma anche nei consumi, che si attestano a 6.7 l/100 km nel ciclo combinato.

In curva l’auto è agile ma stabile, lo sterzo è piuttosto accurato – e deliziosamente lineare – e il cambio manuale è così bello da manovrare che invoglia alla guida con il coltello tra i denti.

Sportiva quindi? Non del tutto, ma davvero bella da guidare, sicuramente sì. Anche perché ad andature tranquille si apprezzano molto l’insonorizzazione e l’assorbimento delle sospensioni, che digeriscono bene le asperità senza però far rollare l’auto come una barca in curva.

La versione con il cambio manuale ci piace molto, sicuramente più “sport” di quanto non lo sia quella dotata di cambio automatico a variazione continua. Ma se proprio non volete manovrare la leva del cambio…

title

Prezzo e versioni

Il prezzo della Honda HR-V Sport parte da 29.950 euro per la versione con cambio manuale, che diventano 31.300 euro nella versione con cambio automatico CVT.
La dotazione di serie è già completa, e comprende anche proiettori e fendinebbia a LED, interni in mezza pelle rosso scuro, tutti i dettagli sportivi sopra citati (cerchi da 18″ inclusi) ammortizzatori sportivi e doppio scarico.