Guida all'acquisto

Supercar a trazione integrale: 10 proposte che costano più di 100.000 euro

di Marco Coletto -

Dall'Audi RS 5 25 years alla Porsche 911 Turbo S passando per la Mercedes S 63 Coupé AMG: dieci supercar a trazione integrale che costano più di 100.000 euro

Le supercartrazione integrale sono le sportive più amate da chi ha un grosso budget a disposizione e vuole divertirsi nella massima sicurezza.

In questa guida all’acquisto troverete dieci esclusive coupé 4×4 molto diverse tra loro accomunate da una velocità massima di almeno 250 km/h, da uno “0-100” inferiore ai 4 secondi e da un prezzo che supera quota 100.000 euro.

L’elenco delle dieci supercar a trazione integrale più interessanti in commercio comprende soprattutto modelli provenienti dalla Germania, anche se non mancano vetture di altre nazioni.

title

Audi RS 5 25 years – 134.500 euro

L’Audi RS 5 25 years è la variante più cattiva della seconda generazione della A5 Coupé.

L’abitacolo non offre molto spazio alle spalle dei passeggeri posteriori mentre il motore 2.9 V6 biturbo benzina – il meno potente (450 CV) nonché il meno pimpante (“0-100” in 3,9 secondi) tra quelli analizzati in questa guida all’acquisto – ha una cilindrata relativamente contenuta che consente di mantenere i costi di gestione a un livello umano.

title

Audi R8 performance – 204.450 euro

L’Audi R8 Performance è la versione più brutale della seconda generazione della supercar tedesca.

Una coupé compatta (solo 4,43 metri di lunghezza) spinta da un motore 5.2 V10 a benzina da 620 CV non particolarmente dotato alla voce “coppia”. Lo “0-100”? In 3,1 secondi.

title

BMW M8 Competition – 176.400 euro

La BMW M8 Competition è la variante più grintosa della seconda generazione della serie 8.

La coupé tedesca – contraddistinta da finiture molto curate – ospita sotto il cofano un motore 4.4 V8 biturbo benzina da 625 CV reattivo ai bassi regimi. 3,2 i secondi necessari per accelerare da 0 a 100 km/h.

title

Honda NSX – 201.000 euro

La seconda generazione della Honda NSX è una supercar ibrida (l’unica proposta a doppia alimentazione tra quelle presenti in questa guida all’acquisto) che presenta qualche lacuna nella dotazione di sicurezza: gli ADAS più evoluti come l’avviso di cambio corsia, il cruise control adattivo e il monitoraggio dell’angolo cieco non sono disponibili neanche come optional.

Il motore 3.5 V6 biturbo ibrido benzina da 581 CV permette alla sportiva nipponica di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi.

title

Jaguar F-Type R – 129.280 euro

La Jaguar F-Type R – variante più cattiva della supercar britannica – è la proposta più accessibile tra quelle analizzate in questa guida all’acquisto.

La coupé inglese, impreziosita da un bagagliaio molto sfruttabile, è spinta da un motore 5.0 V8 sovralimentato (compressore volumetrico) da 575 CV e impiega 3,7 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

title

Lamborghini Huracán – 227.072 euro

La Lamborghini Huracán è una supercartrazione integrale rivolta a chi cerca esclusivamente il piacere di guida: la coupé di Sant’Agata è divertentissima nelle curve e non è interessata alla praticità (il bagagliaio anteriore è minuscolo).

Bastano 2,9 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h: merito del motore 5.2 V10 a benzina da 640 CV.

title

Lamborghini Aventador SVJ – 432.730 euro

La Lamborghini Aventador SVJ – variante più estrema della supercar del Toro – è una sportiva esagerata: nelle dimensioni esterne, nel prezzo (il più alto tra le vetture presenti in questa guida all’acquisto) e nel motore.

Il possente 6.5 V12 a benzina (una cilindrata impegnativa) regala un sound eccezionale e cavalli a profusione (770 CV), concentrati però soprattutto nella zona rossa del contagiri. L’abitacolo è largo ma un po’ angusto per la testa degli occupanti più alti.

title

Mercedes S 63 AMG Coupé – 196.126 euro

La Mercedes S 63 AMG Coupé – versione “cattiva” della classe S Coupé – è, secondo noi, la supercartrazione integrale più interessante in circolazione.

L’ingombrante – oltre cinque metri di lunghezza – sportiva della Stella è una Gran Turismo che punta più sul comfort (tanto spazio per la testa e le gambe di chi si accomoda dietro e una dotazione di serie ricca) che sul puro divertimento ma può comunque vantare un motore 4.0 V8 biturbo benzina da 612 CV (“0-100” in 3,5 secondi) ricco di coppia e molto reattivo ai bassi regimi.

title

Nissan GT-R Nismo – 210.800 euro

La Nissan GT-R Nismo è la variante più brutale della supercar giapponese.

La coupé nipponica è spinta da un motore 3.8 V6 biturbo benzina da 600 CV abbinato a un cambio automaticodoppia frizione a sei rapporti che meriterebbe (almeno) una marcia in più.

title

Porsche 911 Turbo S – 227.080 euro

La Porsche 911 Turbo S è la variante più costosa della 992 (l’ottava generazione della supercar di Zuffenhausen): una sportiva leggendaria omologata quattro posti ma in realtà adatta per due persone visto che il divanetto posteriore è adatto solo a dei bambini.

Il motore 3.7 boxer a sei cilindri biturbo a benzina da 650 CV permette alla coupé tedesca di scattare da 0 a 100 km/h in 2,7 secondi.