Guida all'acquisto

Dieci auto a trazione integrale che consumano poco

di Marco Coletto -

Dieci auto a trazione integrale che consumano poco: dall'Audi A5 quattro alla Volkswagen Golf 4Motion passando per la Skoda Octavia Wagon 4x4

Le auto a trazione integrale, generalmente, non sono famose per consumare poco: la presenza delle quattro ruote motrici favorisce la mobilità sulle superfici a scarsa aderenza ma penalizza l’efficienza.

Esistono però automobilisti che percorrono molti chilometri e che hanno bisogno di una 4×4: per questo motivo abbiamo realizzato una guida all’acquisto con dieci modelli “integrali” che bevono poco. Abbiamo preso in considerazione solo veicoli che non devono essere ricaricati a una presa di corrente: quindi largo alle diesel, alle mild hybrid benzina e diesel e alle ibride full a benzina.

L’elenco delle dieci auto a trazione integrale che consumano poco è composto soprattutto da vetture tedesche appartenenti ai segmenti delle piccole SUV e delle berline medie, anche se non mancano mezzi di altre categorie e di altre nazioni. Di seguito troverete una breve descrizione e i prezzi di queste AWD “risparmiose”.

Audi A5 40 TDI quattro - 55.600 euro

L’Audi A5 40 TDI quattro monta un motore 2.0 turbodiesel mild hybrid TDI potente (204 CV), scattante (“0-100” in 6,9 secondi) e ricco di coppia.

La seconda generazione della coupé tedesca a trazione integrale – la proposta più costosa tra quelle analizzate in questa guida all’acquisto – è una sportiva che offre poco spazio alla testa dei passeggeri posteriori più alti. Qualche leggerissima imprecisione (niente di preoccupante, comunque, sia chiaro) negli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria.

BMW 420d 48V Coupé xDrive Sport - 55.450 euro

La BMW 420d 48V Coupé xDrive Sport ospita sotto il cofano un motore 2.0 turbodiesel mild hybrid da 190 CV.

La seconda generazione della sportiva tedesca a trazione integrale condivide il pianale con la serie 3.

Hyundai Kona 1.6 CRDI 4WD Hybrid 48V XLine - 30.650 euro

La Hyundai Kona 1.6 CRDI 4WD Hybrid 48V XLine è una piccola SUV coreana ibrida “leggera” a trazione integrale.

Il motore 1.6 turbodiesel mild hybrid CRDI da 136 CV offre una spinta corposa ai bassi regimi.

Mercedes C 220 d Mild hybrid 4Matic Business - 53.430 euro

La Mercedes C 220 d Mild hybrid 4Matic Business è perfetta per chi vuole consumare il meno possibile e non può rinunciare alla trazione integrale: il motore 2.0 turbodiesel ibrido “light” da 200 CV – ricco di coppia e abbinato a un eccellente cambio automatico (convertitore di coppia) a nove rapporti – garantisce percorrenze da record (21,3 km/l dichiarati).

La quinta generazione della berlina media tedesca non è molto divertente nelle curve per via del peso elevato e delle dimensioni esterne ingombranti ma si riscatta con un abitacolo che offre tanto spazio alle gambe e alle spalle dei passeggeri posteriori.

Mini Countryman Cooper D ALL4 Essential - 38.100 euro

La Mini Countryman Cooper D ALL4 Essential è una piccola SUV britannica a trazione integrale sviluppata sullo stesso pianale della Clubman.

Il motore è un 2.0 turbodiesel da 150 CV.

Seat Leon Sportstourer 2.0 TDI 4Drive Business - 33.950 euro

La Seat Leon Sportstourer – variante station wagon della quarta generazione della compatta spagnola – è una familiare a trazione integrale contraddistinta da una ricca dotazione di serie.

Il motore 2.0 turbodiesel TDI da 150 CV è lo stesso montato dalla Skoda Octavia Wagon e dalla Volkswagen Golf presenti in questa guida all’acquisto.

Skoda Octavia Wagon 2.0 TDI 150 CV 4x4 Executive - 36.800 euro

La Skoda Octavia Wagon 2.0 TDI 150 CV 4×4 Executive è, secondo noi, l’auto a trazione integrale più interessante tra quelle che consumano poco.

La variante station della quarta generazione della berlina ceca ha un bagagliaio immenso e ospita sotto il cofano lo stesso motore 2.0 turbodiesel TDI da 150 CV presente anche sulla Seat Leon Sportstourer e sulla Volkswagen Golf analizzate in questa guida all’acquisto.

Suzuki Ignis 4WD Easy Top - 19.300 euro

La Suzuki Ignis 4WD Easy Top presenta diversi punti di forza da non sottovalutare: dimensioni esterne “mignon” (3,70 metri di lunghezza), un prezzo interessante e un comportamento stradale agile nelle curve. Il motore 1.2 mild hybrid benzina ha una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto ma è carente di cavalli (83) e di coppia, poco vivace e non molto pronto ai bassi regimi. Senza dimenticare la presenza di un cambio manuale con sole cinque marce e consumi non eccelsi se paragonati alle altre proposte analizzate in questa guida all’acquisto (18,5 km/l dichiarati).

La terza generazione della piccola SUV ibrida “leggera” giapponese a trazione integrale ha una dotazione di serie povera e presenta alti e bassi alla voce “praticità”: se è vero che lo spazio nella zona della testa dei passeggeri posteriori non manca è altrettanto vero che il bagagliaio è piccino e che i centimetri a disposizione delle spalle e delle gambe non sono molti.

Toyota Prius AWD - 35.600 euro

La Toyota Prius AWD monta un motore 1.8 ibrido benzina (full hybrid) da 122 CV poco reattivo ai bassi regimi e un po’ rumorosetto quando viene sollecitato.

La quarta generazione della berlina ibrida giapponese a trazione integrale è costruita con cura e condivide il pianale con la Corolla Touring Sports.

Volkswagen Golf 2.0 TDI 150 CV 4Motion Life - 36.850 euro

La Volkswagen Golf 2.0 TDI 150 CV 4Motion Life monta un motore 2.0 turbodiesel TDI da 150 CV, lo stesso che spinge la Seat Leon Sportstourer e la Skoda Octavia Wagon presenti in questa guida all’acquisto.

L’ottava generazione della compatta tedesca a trazione integrale è sviluppata sullo stesso pianale dell’Audi A3 e della Seat Leon.

Leggi l'articolo su Icon Wheels