Guida all'acquisto

Dieci auto sportive a meno di 50.000 euro

di Marco Coletto -

Dieci auto sportive che costano meno di 50.000 euro: dalla BMW M 135i alla Volkswagen T-Roc R

Le auto sportive non sono più quelle di una volta. Un tempo le coupé e le spider dettavano legge mentre oggi queste vetture sono pressoché sparite dai listini, rimpiazzate dalle berline tradizionali “pepate” (molto più pratiche e quasi altrettanto piacevoli da guidare).

Una macchina sportiva è ancora oggi molto apprezzata da chi non si accontenta di un semplice mezzo per spostarsi da A a B ma non è facile trovare auto sportive economiche per giovani (e non) a prezzi relativamente abbordabili, a meno di non rivolgersi al mondo delle usate.

In questa guida all’acquisto troverete dieci auto sportive “economiche” che costano meno di 50.000 euro: modelli con potenze comprese tra 260 e 450 CV che scattano da 0 a 100 km/h in meno di 6,5 secondi. L’elenco – che non vede, com’è ovvio, la presenza di supercar come Bugatti, Ferrari, Lamborghini o Maserati – è composto soprattutto da vetture tedesche e da compatte, anche se non mancano macchine sportive di altri segmenti provenienti da altre nazioni.

Dieci auto sportive “economiche” che costano meno di 50.000 euro

title

BMW M 135i – 49.100 euro

La BMW M 135i – variante più grintosa della terza generazione della serie 1 – è, a nostro avviso, la migliore auto sportiva acquistabile sotto i 50.000 euro (ma anche la più costosa).

Una compatta tedesca a trazione integrale che condivide la piattaforma con altri modelli del brand bavarese: serie 2 Active Tourer e Gran Coupé, X1 e X2. Il motore, lo stesso 2.0 turbo benzina da 306 CV della Mini Clubman John Cooper Works presente in questa guida all’acquisto, permette alla “segmento C” bavarese di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi e regala consumi molto interessanti (13,7 km/l dichiarati).

title

Cupra Formentor 2.0 TSI 4Drive VZ - 46.250 euro

La Cupra Formentor 2.0 TSI 4Drive VZ è – per il momento – la versione più sportiva della SUV compatta spagnola a trazione integrale.

Sviluppata sullo stesso pianale della Leon, ospita sotto il cofano un motore 2.0 turbo benzina TSI da 310 CV e scatta da 0 a 100 chilometri orari in 4,9 secondi.

title

Ford Mustang GT - 49.000 euro

La Ford Mustang GT è la versione “base” della sesta generazione della coupé statunitense a trazione posteriore.

Ingombrante fuori (4,79 metri di lunghezza) e con alti e bassi alla voce “praticità” (i passeggeri posteriori hanno abbastanza centimetri a disposizione nella zona delle spalle ma lo spazio per la testa è poco e le porte sono solo due), ospita sotto il cofano un motore 5.0 V8 aspirato a benzina. Un propulsore poco pimpante ai bassi regimi caratterizzato da un sound unico e da una quantità impressionante di cavalli (449) e di coppia (529 Nm). Peccato solo per la cilindrata elevata che non aiuta a risparmiare sull’assicurazione RC Auto e per i consumi esagerati. 4,6 i secondi necessari per accelerare da 0 a 100 km/h.

title

Honda Civic Type-R Sport Line - 42.400 euro

La Honda Civic Type-R Sport Line – variante sportiva della decima generazione della berlina a cinque porte giapponese a trazione anteriore – monta un motore 2.0 turbo benzina da 320 CV. Lo “0-100”? 5,8 secondi.

Contraddistinta da finiture curatissime e da una dotazione di serie poco personalizzabile, sa essere anche comoda nei lunghi viaggi.

title

Mercedes A 35 AMG - 47.780 euro

La Mercedes A 35 AMG è una delle varianti sportive della quarta generazione della compatta tedesca.

Una “segmento C” grintosa a trazione integrale spinta da un motore 2.0 turbo benzina da 306 CV che le permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi.

title

Mini Clubman John Cooper Works – 44.200 euro

La Mini Clubman John Cooper Works è la variante più cattiva della seconda generazione della piccola station wagon britannica.

Trazione integrale (il pianale è lo stesso della Countryman) e, sotto il cofano, un motore 2.0 turbo benzina da 306 CV – già visto sulla BMW M 135i analizzata in questa guida all’acquisto – che regala uno “0-100” da 4,9 secondi.

title

Renault Mégane R.S. - 41.900 euro

La Renault Mégane R.S. è la variante sportiva della quarta generazione della compatta francese, sviluppata sullo stesso pianale della Nissan Qashqai.

Il motore è un 1.8 turbo benzina TCe da 300 CV – non particolarmente corposo ai bassi regimi – che permette alla “segmento C” transalpina di accelerare da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi.

title

Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV FR - 45.900 euro

La Seat Tarraco 2.0 TSI 245 CV FR – versione sportiva della SUV media spagnola a trazione integrale – è la proposta meno scattante tra quelle analizzate in questa guida all’acquisto (“0-100” in 6,2 secondi). Una crossover contraddistinta da un bagagliaio immenso e da un abitacolo ricco di spazio per la testa e le gambe di chi si accomoda dietro.

Sviluppata sullo stesso pianale della Skoda Kodiaq e un po’ rumorosetta, non brilla alla voce “agilità” e monta un motore 2.0 turbo benzina TSI da 245 CV in grado di offrire una spinta corposa ai bassi regimi.

title

Toyota Yaris GR - 39.900 euro

La Toyota Yaris GR – variante più cattiva della quarta generazione della piccola giapponese – è una “segmento B” a trazione integrale rivolta a chi cerca il massimo piacere di guida che impiega 5,5 secondi per scattare da 0 a 100 km/h.

Agilissima nelle curve, la sportiva Toyota monta un motore 1.6 – cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto – turbo tre cilindri a benzina carente di cavalli (261) e di coppia (360 Nm) se paragonato alle altre vetture analizzate in questa guida all’acquisto e penalizzato da un sound poco brutale. La proposta più accessibile tra quelle presenti in questo elenco è piccola fuori – solo quattro metri di lunghezza – e dentro: i sedili posteriori vanno bene solo per dei bambini e il bagagliaio è minuscolo.

title

Volkswagen T-Roc R - 44.000 euro

La Volkswagen T-Roc R è la versione più sportiva della SUV compatta tedesca. Migliorabili le finiture.

Una crossover grintosa spinta da un motore 2.0 turbo benzina TSI da 300 CV in grado di offrire una spinta interessante ai bassi regimi: 4,9 i secondi necessari per accelerare da 0 a 100 km/h.