Guida all'acquisto

Dieci citycar

di Marco Coletto -

Dall'Abarth 595 alla Volkswagen up! passando per la Kia Picanto: dieci citycar per tutti i gusti e tutte le tasche

Le citycar non piacciono più come un tempo in Europa mentre in Italia sono ancora molto amate, come dimostrano i dati relativi alle immatricolazioni 2021 (due “segmento A”, le Fiat Panda500, in testa alla classifica dei modelli più venduti nel nostro Paese).

Esistono “baby” per tutti i gusti e tutte le tasche, “cittadine” sportive, economiche o ecologiche accomunate da dimensioni esterne contenute.

L’elenco delle dieci citycar analizzate in questa guida all’acquisto comprende soprattutto vetture italiane, anche se non mancano proposte di altre nazioni. Scopriamole insieme.

Abarth 595 145 CV – 22.350 euro

La Abarth 595 145 CV è la citycar più costosa tra quelle analizzate in questa guida all’acquisto.

La versione base della “segmento A” sportiva torinese basata sulla Fiat 500 è rivolta a chi cerca il divertimento: il motore 1.4 turbo benzina T-Jet – ricco di cavalli (145) e di coppia – regala prestazioni pazzesche (“0-100′” in 7,8 secondi) ma sa anche essere garbato quando serve.

Dacia Spring Comfort – 20.100 euro

La Dacia Spring Comfort è la versione “entry level” della citycar low-cost elettrica rumena: una “segmento A” ingombrante per la categoria (3,73 metri di lunghezza) caratterizzata da un ampio bagagliaio ma anche da un divano posteriore stretto.

Una cittadina ecologica e molto spartana (l’abitacolo è poco insonorizzato e i fendinebbia e i sensori di parcheggio non si possono avere neanche pagando) spinta da un motore poco potente (45 CV) e tutt’altro che scattante: ci vogliono ben 19,1 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Fiat 500 Hybrid Cult – 16.250 euro

La Fiat 500 Hybrid è la variante più accessibile della seconda generazione della citycar torinese.

Sviluppata sullo stesso pianale della Panda, ospita sotto il cofano un motore 1.0 tre cilindri mild hybrid benzina da 70 CV. Lo stesso montato dagli altri tre modelli della Casa piemontese presenti in questa guida all’acquisto (500 CPandaPanda Cross).

Fiat 500 C Cult – 18.750 euro

La Fiat 500 C Cult – variante del “cinquino” caratterizzata da un tetto apribile in tela – non è il massimo della versatilità: è l’unica proposta presente in questo elenco priva dell’utile portellone.

Il motore 1.0 tre cilindri mild hybrid benzina da 70 CV è lo stesso montato dagli altri tre modelli del brand torinese analizzati in questa guida all’acquisto (500Panda Panda Cross).

Fiat Panda Hybrid – 14.300 euro

La Fiat Panda Hybrid è la versione più economica dell’auto più amata dagli italiani.

La terza generazione della citycar torinese condivide il pianale con la 500 e ospita sotto il cofano lo stesso motore 1.0 tre cilindri mild hybrid benzina presente sugli altri tre modelli del marchio piemontese inseriti in questa guida all’acquisto (500500 CPanda Cross).

Fiat Panda Cross Hybrid – 17.500 euro

La Fiat Panda Cross Hybrid è una variante della citycar piemontese caratterizzata da un look che strizza l’occhio al mondo delle SUV, dall’assetto rialzato e da una dotazione di serie ricca che comprende, tra le altre cose,  i fendinebbia e i sensori di parcheggio posteriori.

Poco agile nelle curve per via del baricentro alto e del peso relativamente elevato, monta un motore 1.0 tre cilindri mild hybrid benzina da 70 CV. Lo stesso adottato dalle altre tre vetture della Casa torinese analizzate in questa guida all’acquisto (500500 CPanda).

Hyundai i10 1.0 Ecopack Advanced – 13.450 euro

La Hyundai i10 1.0 Ecopack Advanced è la versione più accessibile della terza generazione della citycar coreana.

Una “segmento A” rivolta a chi cerca praticità (i passeggeri posteriori hanno tanti centimetri a disposizione delle spalle e delle gambe), spinta da un motore 1.0 tre cilindri a benzina da 67 CV. Lo stesso montato dalla Kia Picanto analizzata in questa guida all’acquisto.

Kia Picanto 1.0 Urban - 12.950 euro

La Kia Picanto 1.0 Urban non è solo la citycar più economica tra quelle presenti in questa guida all’acquisto ma anche, a nostro avviso, la migliore proposta di questo elenco.

La variante più accessibile della terza generazione della “segmento A” coreana – l’unica di questa lista con cinque posti di serie – monta lo stesso motore 1.0 tre cilindri a benzina da 67 CV già visto sulla Hyundai i10 precedentemente analizzata.

Toyota Aygo x-play – 15.500 euro

La Toyota Aygo x-play – versione “base” della seconda generazione della citycar giapponese (un modello che presto andrà in pensione) – è una “segmento A” agile nel traffico e nelle curve: merito delle dimensioni esterne ridotte e del peso “piuma”.

Spinta da un motore 1.0 tre cilindri a benzina da 72 CV, non è rivolta a chi ha bisogno di spazio: i passeggeri posteriori non hanno molti centimetri a disposizione nella zona della testa e il bagagliaio è minuscolo.

Volkswagen up! 1.0 3p. move up! - 15.200

La Volkswagen up! 1.0 3p. move up! è la variante più economica della citycar tedesca.

Una cittadina costruita con grande cura dotata di un motore 1.0 tre cilindri a benzina da 65 CV carente di coppia.

Leggi l'articolo su Icon Wheels