Guida all'acquisto

Auto a trazione posteriore economiche: 10 proposte nuove sotto i 40.000 euro

di Marco Coletto -

Dalla BMW serie 2 Coupé alla Toyota GT86 passando per la Smart EQ forfour: dieci auto a trazione posteriore economiche

Le auto a trazione posteriore economiche non sono molte: la soluzione tecnica delle due ruote motrici dietro è usata da sempre meno Case.

In questa guida all’acquisto troverete dieci proposte a trazione posteriore che costano meno di 40.000 euro: mezzi divertenti (ma non solo) molto diversi tra loro accomunati esclusivamente dalla filosofia RWD.

L’elenco delle dieci auto a trazione posteriore più economiche in commercio comprende soprattutto sportive e modelli provenienti da Germania e Giappone, anche se non mancano veicoli di altre categorie e di altre nazioni.

title

BMW 218i Coupé Advantage – 31.450 euro

La BMW 218i Coupé Advantage è una sportiva tedesca a trazione posteriore rivolta a chi non può rinunciare al piacere di guida.

La coupé bavarese ha una dotazione di serie completa e personalizzabile.

title

Honda e – 35.500 euro

La Honda e è una piccola elettrica giapponese a trazione posteriore.

Una segmento B ecologica “tutta dietro” spinta da un motore da 136 CV.

title

Mazda MX-5 1.5 – 33.500 euro

La Mazda MX-5 1.5 è la versione “base” della spider giapponese a trazione posteriore.

La sportiva nipponica – costruita con cura – non brilla alla voce “praticità”: gli occupanti più alti hanno pochi centimetri a disposizione della testa e il bagagliaio è minuscolo.

title

Nissan 370Z Lev 1 – 34.550 euro

La Nissan 370Z Lev 1 è la vettura più cattiva tra quelle analizzate nella nostra guida all’acquisto.

La supercar “low-cost” giapponese ospita sotto il cofano un motore potentissimo (328 CV) e scattante che sa anche essere garbato nei modi quando non si esagera con l’acceleratore.

title

Renault Twingo SCe Duel – 11.500 euro

La Renault Twingo SCe Duel è l’auto a trazione posteriore più economica in commercio in Italia. Una segmento A “tutto dietro” dotata di un motore povero di cavalli (65) e di coppia (95 Nm) tutt’altro che brioso: 15,1 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

La citycar francese – agile nelle curve grazie al peso contenuto – ha un abitacolo poco spazioso nella zona delle spalle di chi si accomoda dietro che presenta qualche imprecisione di troppo alla voce “finiture”.

title

Smart EQ fortwo Pure – 25.027 euro

La Smart EQ fortwo Pure è la versione “base” della citycar elettrica tedesca.

Una “segmento A” ecologica a trazione posteriore spinta da un motore in grado di generare una potenza di 82 CV.

title

Smart EQ fortwo cabrio Pure – 28.394 euro

La Smart EQ fortwo cabrio Pure è la variante “open air” della citycar teutonica.

La scoperta elettrica tedesca a trazione posteriore – come la sorella chiusa – monta un motore da 82 CV.

title

Smart EQ forfour Pure – 25.649 euro

La Smart EQ forfour Pure – versione “entry level” della citycar elettrica tedesca – è, secondo noi, una delle auto economiche a trazione posteriore più equilibrate in commercio.

L’ecologica “segmento A” germanica a emissioni zero è dotata dello stesso motore da 82 CV della fortwo.

title

Ssangyong Rexton 2WD Road – 37.400 euro

La Ssangyong Rexton 2WD Road è l’auto più costosa tra quelle analizzate in questa guida all’acquisto: l’ingombrante (4,85 metri di lunghezza) grande SUV coreana a trazione posteriore – non molto agile nelle curve – è rivolta a chi cerca il massimo della praticità.

L’unica proposta di questo elenco in grado di accogliere cinque passeggeri può vantare un abitacolo spaziosissimo e un bagagliaio immenso (820 litri). Senza dimenticare il motore ricco di coppia: 400 Nm.

title

Toyota GT86 Rock&Road – 32.000 euro

La Toyota GT86 Rock&Road – gemella della Subaru BRZ – è una coupé giapponese a trazione posteriore perfetta per chi cerca il divertimento.

Il motore aspirato ama molto frequentare la zona rossa del contagiri ma non è altrettanto virtuoso ai bassi regimi.