Guida all'acquisto

Auto a trazione integrale economiche: 10 proposte nuove sotto i 25.000 euro

di Marco Coletto -

Dalla Dacia Duster alla Suzuki S-Cross: dieci auto a trazione integrale economiche per tutti i gusti e tutte le tasche

Le auto a trazione integrale sono molto amate da chi cerca mezzi in grado di affrontare percorsi in fuoristrada. Il listino è ricco di proposte economiche adatte a tutti i gusti e tutte le tasche.

In questa guida all’acquisto troverete dieci valide proposte 4×4 che costano meno di 25.000 euro.

L’elenco delle dieci auto a trazione integrale più economiche in commercio comprende soprattutto vetture giapponesi e modelli appartenenti al segmento delle piccole SUV, anche se non mancano veicoli di altre categorie provenienti da altre nazioni.

title

Dacia Duster 1.5 Blue dCi 4x4 Essential – 17.800 euro

La Dacia Duster 1.5 Blue dCi 4×4 Essential è, secondo noi, la migliore proposta per chi cerca un’auto a trazione integrale economica.

La vivace piccola SUV rumena ha una dotazione di serie da integrare: il climatizzatore, infatti, è optional (500 euro).

title

Fiat Panda 0.9 TwinAir Turbo 4x4 – 17.100 euro

La Fiat Panda 0.9 TwinAir Turbo 4×4 è l’auto a trazione integrale più economica del listino.

La variante a quattro ruote motrici della citycar torinese, realizzata sullo stesso pianale della 500, può vantare dimensioni esterne contenute (meno di 3,70 metri di lunghezza) ma è un po’ rumorosetta.

title

Fiat Panda Cross – 19.100 euro

La Fiat Panda Cross è una variante della Panda 4×4 caratterizzata da un look ancora più off-road e da una dotazione di serie ricchissima. Non eccezionale, come sulla “cugina”, lo spazio a disposizione delle spalle di chi si accomoda dietro.

Questa versione particolare della citycar piemontese costruita sulla stessa piattaforma della 500 è l’unica auto a trazione integrale economica guidabile dai neopatentati.

title

Mahindra XUV500 AWD W6 – 23.900 euro

La Mahindra XUV500 AWD W6 è una SUV media indiana economica a trazione integrale rivolta a chi ha bisogno di spazio: sette posti, un abitacolo immenso e un bagagliaio molto sfruttabile. Migliorabili i costi di gestione: il motore 2.2 turbodiesel – ricco di coppia (330 Nm) e pronto ai bassi regimi – ha una cilindrata elevata che non aiuta chi vuole risparmiare sull’assicurazione RC Auto, consuma parecchio e obbliga a pagare l’Ecotassa a causa delle emissioni elevate di CO2.

Le dimensioni esterne ingombranti (quasi 4,60 metri di lunghezza) e il peso eccessivo penalizzano inoltre l’agilità nelle curve.

title

Subaru Impreza Pure – 22.750 euro

La Subaru Impreza Pure è una compatta giapponese a trazione integrale dotata di un buon bagagliaio.

I passeggeri posteriori più alti, però, non hanno molti centimetri a disposizione nella zona della testa.

title

Subaru XV 1.6i Pure – 24.500 euro

La Subaru XV 1.6i Pure è una SUV media giapponese a trazione integrale.

Variante in salsa crossover della Impreza, può vantare – come la “cugina” – finiture molto curate.

title

Suzuki Swift 4WD – 19.490 euro

La Suzuki Swift 4WD è la variante a trazione integrale della piccola giapponese.

Il motore mild hybrid benzina si accontenta di poco carburante ma non è molto pimpante ai bassi regimi.

title

Suzuki Ignis 4WD – 19.250 euro

La Suzuki Ignis 4WD è una piccola SUV mild hybrid benzina a trazione integrale rivolta a chi cerca una 4×4 ecologica e poco assetata.

Agile nelle curve grazie al peso contenuto ma poco pratica (il bagagliaio è piccino), monta un motore povero di cavalli (83) e di coppia (107 Nm) tutt’altro che vivace.

title

Suzuki Vitara 1.0 Boosterjet 4WD Cool – 23.980 euro

La Suzuki Vitara 1.0 Boosterjet 4WD Cool è una piccola SUV giapponese a trazione integrale.

Il motore è un 1.0 turbo benzina tre cilindri da 111 CV.

title

Suzuki S-Cross 1.4 Boosterjet 4WD Cool – 24.990 euro

La Suzuki S-Cross 1.4 Boosterjet 4WD Cool è l’auto a trazione integrale più costosa tra quelle analizzate in questa guida all’acquisto.

Una crossover 4×4 comoda e silenziosa spinta da un propulsore pronto ai bassi regimi.