Guida all'acquisto

Auto low cost: dieci proposte nuove

di Marco Coletto -

Dalla Dacia Sandero alla Ssangyong Tivoli passando per la Dacia Duster: 10 modelli senza fronzoli

Le auto low cost non sono quelle con il prezzo più basso ma quelle che costano meno delle rivali a parità di contenuti. Vetture essenziali e senza fronzoli adatte a chi cerca la sostanza.

In questa guida all’acquisto troverete dieci valide proposte lowcost (filosofia presente da tempo sui voli) nuove che costano meno di 21.000 euro. Modelli ideali per chi vuole una macchina estremamente razionale.

Se cercate un’auto economica potete ad esempio consultare questo articolo relativo alle auto più economiche, questo riferito ai modelli diesel o quest’altro sulle vetture a gas (GPL e metano).

L’elenco delle dieci macchine low-cost più interessanti del listino comprende soprattutto veicoli italiani (SPOILER: c’è anche un modello del gruppo FCA, una Fiat per l’esattezza) appartenenti al segmento delle SUV piccole, anche se non mancano mezzi di altre nazioni e di altre categorie. Di seguito troverete una breve descrizione e i prezzi di queste vetture.

Dacia Sandero Streetway 1.0 Essential - 11.700 euro

La Dacia Sandero Streetway 1.0 Essential non è solo l’auto più economica tra quelle presenti in questa guida all’acquisto ma anche la vettura meno cara in assoluto del listino. Il climatizzatore è optional (510 euro).

La versione “base” della terza generazione della piccola low-cost rumena ospita sotto il cofano un motore 1.0 tre cilindri a benzina povero di cavalli (65 CV) e di coppia, poco reattivo ai bassi regimi e tutt’altro che vivace: ci vogliono ben 16,7 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h.

Dacia Duster 1.0 TCe Essential - 16.550 euro

La Dacia Duster 1.0 TCe Essential è la versione più accessibile della seconda generazione della SUV compatta rumena nonché, a nostro avviso, una delle più interessanti auto low-cost in commercio. Il climatizzatore è optional (550 euro).

La crossover esteuropea offre tanto spazio alle gambe dei passeggeri posteriori e monta un motore 1.0 turbo tre cilindri a benzina TCe da 90 CV in grado di offrire una spinta corposa ai bassi regimi.

 

DFSK Glory 500 - 20.490 euro

La DFSK Glory 500 è la variante “entry level” della SUV compatta low-cost cinese. Un mezzo relativamente ingombrante fuori (4,39 metri) ma spazioso dentro (il divano accoglie abbastanza comodamente tre passeggeri) impreziosito dal cambio automatico di serie.

Il motore 1.5 a benzina da 116 CV è un po’ rumorosetto e l’agilità nelle curve non è il massimo.

DR 4.0 1.5 - 18.900 euro

La DR 4.0 1.5 è la versione “base” della piccola SUV low-cost “cino-molisana”: in pratica una Chery Tiggo 5X riveduta e corretta a Macchia d’Isernia.

Il motore 1.5 a benzina da 116 CV è lo stesso della DR 5.0 analizzata in questa guida all’acquisto.

DR 5.0 1.5 - 20.900 euro

La DR 5.0 1.5 è la variante a benzina della SUV compatta low-cost “cino-molisana”, nient’altro che un profondo restyling della 4.0 (a sua volta una Chery Tiggo 5X leggermente modificata a Macchia d’Isernia).

Il motore 1.5 a benzina da 116 CV è lo stesso montato dalla DR 4.0 presente in questa guida all’acquisto.

Fiat Tipo 1.0 - 20.950 euro

La Fiat Tipo 1.0 è la versione “low-cost” della seconda generazione della compatta torinese nonché la vettura più costosa tra quelle analizzate in questa guida all’acquisto.

Una “segmento C” comoda e ben dotata spinta da un motore 1.0 turbo tre cilindri a benzina da 100 CV.

Mahindra KUV100 K6+ - 13.995 euro

La Mahindra KUV100 K6+, versione “entry level” della piccola SUV low-cost indiana, monta un motore 1.2 tre cilindri a benzina da 87 CV.

Una “baby” crossover piccolissima fuori (solo 3,70 metri di lunghezza) e anche dentro: i centimetri per le gambe di chi si accomoda dietro scarseggiano.

MG ZS 1.5 Comfort - 15.990 euro

La seconda generazione della MG ZS è una piccola SUV low-cost anglo-cinese.

La versione “base” 1.5 Comfort ospita sotto il cofano un motore 1.5 a benzina da 106 CV particolarmente pimpante: “0-100” in 10,9 secondi.

Mitsubishi Space Star 1.2 Invite Radio - 15.960 euro

La seconda generazione della Mitsubishi Space Star è una piccola low-cost giapponese agile nelle curve ma con un divano un po’ troppo stretto per accogliere comodamente tre persone.

La versione più accessibile 1.2 Invite Radio monta un motore 1.2 tre cilindri a benzina da 71 CV in grado di regalare consumi bassissimi: 20 chilometri con un litro dichiarati.

Ssangyong Tivoli 1.2 GDI - 18.700 euro

La Ssangyong Tivoli 1.2 GDI è la versione più economica della piccola SUV low-cost coreana.

Il motore 1.2 turbo tre cilindri a benzina GDI è potente (128 CV) e ricco di coppia.

Leggi l'articolo su Icon Wheels