Guida all'acquisto

Auto giapponesi economiche: 10 proposte

di Marco Coletto -

Dalla Honda Jazz alla Toyota Yaris passando per la Lexus UX: dieci auto giapponesi economiche

Le auto giapponesi sono molto apprezzate nel mondo per la loro affidabilità e per la qualità costruttiva ma in Italia rappresentano solo il 12% delle immatricolazioni.

In questa guida all’acquisto troverete dieci auto giapponesi economiche (le più accessibili per ognuno degli otto brand presenti nei nostri listini più due modelli “bonus” per ToyotaSuzuki, i due marchi nipponici più amati nel nostro Paese). Non abbiamo preso in considerazione i pick-up in quanto veicoli commerciali e quindi omologabili esclusivamente come autocarro.

L’elenco delle dieci auto giapponesi economiche più interessanti in commercio comprende soprattutto piccole, anche se non mancano proposte di altri segmenti.

title

Honda Jazz Comfort - 22.500 euro

La Honda Jazz Comfort – versione “base” della quarta generazione della piccola ibrida giapponese – regala consumi bassissimi: 22,2 km/l dichiarati.

Il merito va al motore 1.5 ibrido benzina da 97 CV.

title

Lexus UX Executive - 38.000 euro

La Lexus UX Executive è l’auto più “economica” della Casa premium giapponese ma anche la proposta più costosa tra quelle presenti in questa guida all’acquisto. La SUV compatta ibrida nipponica – una delle vetture del Sol Levante più interessanti in circolazione – condivide il pianale con le Toyota CorollaC-HR.

Ingombrante fuori (4,50 metri di lunghezza) e spaziosa dentro (i passeggeri posteriori hanno molti centimetri a disposizione nella zona delle spalle e il bagagliaio è molto sfruttabile in configurazione a due posti), ospita sotto il cofano un motore 2.0 – una cilindrata impegnativa per chi vuole risparmiare sull’assicurazione RC Auto – ibrido benzina ricco di cavalli (184) e di coppia e molto brioso (“‘0-100” in 8,5 secondi). Non aspettatevi, però, il divertimento nelle curve: stiamo pur sempre parlando di un mezzo piuttosto pesante.

title

Mazda Mazda2 1.5 90 CV Evolve - 18.300 euro

La Mazda Mazda2 1.5 90 CV Evolve è una piccola mild hybrid giapponese arrivata alla terza generazione.

Il motore è un 1.5 mild hybrid benzina da 90 CV.

title

Mitsubishi Space Star 1.0 Invite - 13.300 euro

La Mitsubishi Space Star 1.0 Invite  – versione “base” della seconda generazione della piccola giapponese -non brilla alla voce “finiture“.

Il motore 1.0 tre cilindri a benzina è povero di cavalli (71) e di coppia, poco brioso ai bassi regimi e non molto scattante.

title

Nissan Micra Visia - 16.315 euro

La Nissan Micra Visia è la versione più accessibile della quinta generazione della piccola giapponese.

La “segmento B” nipponica può vantare una dotazione di serie ricca (c’è persino il cruise control) e un motore 1.0 turbo tre cilindri a benzina IG-T da 92 CV silenzioso e reattivo ai bassi regimi.

title

Subaru Impreza 1.6i Pure - 22.750 euro

La Subaru Impreza 1.6i Pure – versione “entry level” della quinta generazione della compatta giapponese sviluppata sul pianale della XV e della Forester – presenta diversi punti di forza da non sottovalutare: la trazione integrale, un valido cambio automaticovariazione continua, un abitacolo spazioso per le gambe di chi si accomoda dietro e un bagagliaio ampio.

Il raffinato motore 1.6 boxer benzina da 114 CV non consente però di beneficiare degli incentivi a causa delle emissioni elevate: la “segmento C” nipponica beve parecchio (13,2 km/l dichiarati).

title

Suzuki Swift 1.2 Cool - 17.490 euro

La Suzuki Swift 1.2 Cool è la versione più economica della sesta generazione della piccola mild hybrid giapponese.

Una “segmento B” costruita con cura spinta da un motore 1.2 mild hybrid benzina da 90 CV.

title

Suzuki Ignis Cool - 17.200 euro

La Suzuki Ignis Cool è la versione più accessibile della terza generazione della piccola SUV mild hybrid giapponese.

Una baby Sport Utility – spinta da un motore 1.2 mild hybrid benzina da 83 CV – contraddistinta da una posizione di seduta rialzata che consente di dominare il traffico.

title

Toyota Aygo 3p. - 13.100 euro

La Toyota Aygo 3p. – versione “base” della seconda generazione della citycar giapponese gemella della Citroën C1 e della Peugeot 108 – monta lo stesso motore 1.0 tre cilindri a benzina da 72 CV della Yaris analizzata in questa guida all’acquisto.

Il modello più accessibile tra quelli presenti in questa lista ha una dotazione di serie povera e non è l’ideale per chi cerca la praticità: solo tre porte, un bagagliaio minuscolo e un abitacolo che offre poco spazio alle spalle e alle gambe di chi si accomoda dietro. Eccellente, invece, l’agilità nel traffico (solo 3,47 metri di lunghezza) e nelle curve.

title

Toyota Yaris 1.0 Active - 18.050 euro

La Toyota Yaris 1.0 Active è la versione “entry level” della quarta generazione della piccola giapponese.

Il motore 1.0 tre cilindri a benzina da 72 CV è lo stesso presente sulla Aygo analizzata in questa guida all’acquisto.