Auto Sportive

Toyota: i modelli sportivi in listino

di Francesco Neri -

Toyota è brava a costruire paciose auto ibride, ma è ancora più brava a costruire auto sportive

Toyota è un pilastro della storia automobilistica. Produce circa nove milioni di vetture l’anno, posizionandosi quasi ogni anno come leader del mercato. La maggior parte delle persone collega Toyota a modelli come la RAV4, la Corolla o la Yaris, ma gli appassionati di auto sportive hanno ben altre macchine in mente.

Le Toyota Celica, MR2 e Supra hanno conquistato il cuore degli appassionati, spopolando nei campionati automobilistici di tutto il mondo, dalla rally alla pista. Il motorsport, infatti, è sempre stato un punto cardine per il brand, che vanta pure una vittoria a LeMans e un due titoli nel mondiale Rally.

Ma veniamo alle sportive stradali moderne.

title

Toyota Yaris GRMN

La Toyota Yaris GRMN è l’unica compatta sportiva di Toyota, rivale di Ford Fiesta ST e Polo GTI.

È piccola, leggera (pesa appena 1.000 kg) e ha la trazione anteriore, ma soprattutto è una vera teppista. È spinta da un quattro cilindri 1.8 con compressore volumetrico da 212 CV, erogati a quota 7.000 giri. Il cambio è un manuale a sei rapporti mentre a mettere a terra i cavalli ci pensa un differenziale autobloccante meccanico. A completare il pacchetto ci pensano l’impianto frenante racing, le gomme super-prestazionali e un assetto a dir poco estremo per l’utilizzo stradale.

Guidare la Yaris GRMN per le strade di montagna è come guidare un’auto da rally in una prova speciale: è rigida, reattiva e immensamente coinvolgente. Insomma, Toyota ha raccolto le sue esperienze rallistiche e le ha travasate in questa piccola peste. Purtroppo sono state prodotto solamente 400 GRMN, tutte vendute ad un prezzo di 30.000 euro.

title

Toyota Supra

La Toyota Supra è il remake della sportiva anni ’90 che ha contribuito a rendere famose le sportive giapponesi. I richiami alla vecchia Supra sono molti, motore sei cilindri compreso. Ma se la vecchia era una V6 biturbo “made in japan”, questa è più un’ibrida nata dalla collaborazione Germania-Giappone. La base della nuova Supra, infatti, è BMW, così come il motore sei cilindri in linea 3,0 litri, capace di 340 CV e 500 Nm di coppia (è lo stesso della Z4 40i).

Le prestazioni sono da baby supercar: 100 km/h in 4,3 secondi e 250 km/h di velocità massima (limitati elettronicamente). Ma quello che più ci piace della Supra è la sua guida precisa e intuitiva. tra le curve è agilissima e il suo peso distribuito 50:50 tra gli assali la rende bilanciata e sincera.

Il prezzo parte da 57.000 euro.

title

Toyota GT86

La Toyota GT86 è una ricetta semplice ma efficacissima: due posti secchi, motore anteriore (aspirato e di modesta potenza), cambio manuale e trazione posteriore.
Il 2,0 litri boxer aspirato di derivazione Subaru eroga “solo” 200 CV a 7.000 giri, e bisogna tenerlo in alto per farlo rendere al meglio; ma è proprio questo il bello.

Il differenziale autobloccante permette sovrasterzi potenzialmente infiniti, anche perché le gomme (della stessa misura davanti e dietro) sono volutamente sottodimensionate, così da rendere più agile e “ballerina” l’auto. È tra le sportive più divertenti in commercio.

Prezzo da 31.000 euro.