Auto Sportive

Opel Speedster: 21 anni fa nasceva la spider con DNA Lotus

Opel celebra la sua spider sportiva creata in collaborazione con la Casa inglese

Ventun anni fa, al Salone dell’Automobile di Ginevra del 1999, faceva la sua prima apparizione in anteprima mondiale il prototipo della Opel Speedster, la spider a 2 posti secchi dedicata dalla Casa tedesca agli appassionati del piacere di guida.

Sviluppata dal Centro Internazionale Ricerche Tecniche Opel di Rüsselsheim, in collaborazione con la Lotus Engineering di Norfolk, in Inghilterra, la Opel Speedster aveva un telaio in alluminio e la carrozzeria in materiali compositi. Il motore, in posizione posteriore-centrale, era il nuovo 4 cilindri ECOTEC che Opel produceva nello stabilimento di Kaiserlautern, in Germania, con cilindrate da 1800 a 2200 cc per diversi modelli della gamma. La versione da 2,2 litri montata sulla Speedster, con 4 valvole per cilindro e a iniezione diretta, erogava 147 CV (108 kW) e le permetteva di raggiungere 100 km/h in meno di 6 secondi. Raggiungeva i 220 km/h di velocità massima e pesava appena 800 kg.

DNA Lotus e cuore tedesco

La Opel Speedster era realizzata sulla piattaforma della seconda generazione della spider Lotus Elise che si distingueva dalla serie precedente per il telaio leggermente modificato e per la centralina elettronica sviluppata dalla Lotus. La decisione di collaborare con il costruttore inglese risaliva a quando la Opel si stava preparando a celebrare i suoi cento anni di attività .

La Speedster sarebbe stata assemblata nella fabbrica Lotus di Hethel, 150 chilometri circa a nord-est di Londra, dove il famoso costruttore inglese di automobili sportive aveva dal 1967 la sua base produttiva. Il controllo di qualità fu affidato a un gruppo di tecnici Opel responsabile di verificare che durante il processo produttivo fossero seguite le direttive e i procedimenti della Casa tedesca.

In seguito, nel 2004, le prestazioni della Opel Speedster fecero un balzo in avanti con l’adozione del motore 2.0 ECOTEC Turbo da 200 CV (147 kW) dell’Astra. Grazie anche a un peso contenuto in appena 930 kg, la nuova Speedster Turbo evoluta era in grado di acceIerare da 0 a 100 in appena 4.9 secondi e superare i 240 km/h.

La Opel Speedster sarebbe poi uscita di produzione nella Primavera del 2006 dopo quasi 8.000 esemplari costruiti.

Usato

Top5 Usato: spider sportive

Cinque proposte del 2004 con oltre 200 CV, vince la BMW Z4