Auto Sportive

McLaren MSO ridà vita a una F1 originale

Al via il programma McLaren F1 Heritage. Restaurata la supercar con il telaio N.63

McLaren ha fatto partire un nuovo servizio per i suoi clienti. Si tratta di un programma di restauro, recupero e ringiovanimento della sua McLaren F1, una delle migliori auto sportive mai create nella storia dell’automobilismo.

Lanciata 27 anni fa, la McLaren F1 gode di un livello di popolarità inquestionabile. Basti pensare che è stata la più desiderata, e pagata, dell’esclusiva asta di quest’anno a Pebble Beach. Per averla il facoltoso acquirente ha messo sul piatto la bellezza di 19,8 milioni di dollari (17,8 milioni di euro). Di fatto ne furono fabbricati solo 106 esemplari: 78 omologati per la strada, il resto da competizione.

A occuparsi di questo grande classico si occuperà il dipartimento di Operazioni Speciali di McLaren – MSO – che certifica il restauro. Lo scorso anno la divisione speciale della Casa britannica firmò il suo primo lavoro, il restauro di una 25 R, sarebbe a dire una McLaren F1 GTR Longtail alla quale restituì la sua configurazione originale per la 24 Ore di Le Mans.

 

E questo fine settimana, in occasione del Concorso d’Eleganza di Hapton Court, McLaren MSO presenterà in società il suo secondo recupero di una F1. Quest’ultimo lavoro è costato alla Casa inglese ben 3.000 ore di lavoro, 900 delle quali dedicate esclusivamente alla verniciatura della carrozzeria. Il tutto in 18 mesi.

Ansar Ali, Direttore generale del dipartimento MSO di McLaren ha segnalato:

“Solo un anno fa presentavamo il programma MSO McLaren F1 Heritage, mostrando una F1 25 R con i suoi colori originali Guif Racing. Ora è arrivato il momento di esibire il secondo lavoro del nostro team, realizzato con tutto l’amore del mondo affinché la McLaren F1 continui ad essere ciò che sempre è stata, la migliore GT al mondo”.

 

La McLaren F1 in questione è quella numerata con il telaio N.63. Riverniciata da cima a fondo con la colorazione originale Magnesium Silver. Gli interni sono stati ri-tappezzati con la pelle Woking Grey Semi Aniline, allora esclusiva per questa versione. Inoltre sono stati realizzati nuovi rivestimenti interni in Alcantara e nuovi tappetini. Anche il volante è quello originale.

Ovviamente è stata restaurata anche la meccanica di questa McLaren F1. Il V12 da 6.1 litri di origine BMW è passato per il banco dei tecnici che gli hanno garantito nuova vita, e soprattutto quei 618 CV che erogava a suo tempo. Gran parte della telaistica è stata inviata, infine, al fornitore ufficiale, Bilstein, che ha provveduto a rimetterla a nuovo. Stesso discorso per l’impianto frenante.