Auto Sportive

Mazda MX-5 VS Fiat 124 Spider

di Francesco Neri -

Due spider molto simili come impostazione ma diverse nel carattere. Voi quale scegliereste?

title

Quando due auto nascono con lo stesso pianale, è difficile che siano come il giorno e la notte. Basta pensare alla Toyota GT86 e alla Subaru BRZ, due sorelle quasi gemelle. Qui il discorso però cambia parecchio: è vero che Fiat 124 Spider e Mazda Mx-5 condividono lo stesso pianale, la stessa strumentazione e (quasi) gli stessi interni, ma è anche vero che sotto il cofano scopriamo due pianeti diversi.

La giapponese è spinta da un  motore quattro cilindri 2,0 litri aspirato che produce 160 CV a 6.000 giri e 200 Nm di coppia a 4.600 giri (in alternativa c’è anche il più piccolo 1.5 da 131 CV e 150 Nm); L’italiana invece monta un 1.4 turbo da 140 CV a 5.000 giri e 240 Nm di coppia 2.250 giri.

La Fiat 124 Spider pesa anche leggermente di più (circa 40 kg) per un totale di 1.105 kg; un peso giustificato dalle dimensioni leggermente maggiori. L’italiana infatti è 14 cm più lunga rispetto alla cugina nipponica, con una lunghezza complessiva di 4.054 mm contro i 3.914 mm della Mazda. Entrambe, però, condividono lo stesso passo di 2,3 m. Questo fa si che il bagagliaio della 124 sia più capiente di 10 litri (140 litri contro 130); non è un gran guadagno, ma è qualcosa.

title

QUESTIONE DI GUSTI

Già da fuori si intuiscono i caratteri diversi delle due auto. La Fiat è più morbida nelle linee, più classica, con un sapore vagamente british e una punta di americano. La Mazda è più spigolosa, esotica, esprime dinamismo e velocità. Dentro sono pressoché identiche: entrambe ben fatte, curate, con la strumentazione e lo stile tipicamente Mazda. La Fiat aggiunge un qualcosa in più in termini di qualità percepita, con alcuni rivestimenti in plastica morbida sulla parte alta della plancia e l’interno portiera più curato. Ma la differenza è comunque poca, la scelta riguarda più un gusto personale.

title

AL VOLANTE DELLE DUE SPIDER

Partiamo dalla japp: la Mazda Mx-5, nella versione Sport, ha un assetto più rigido e il differenziale autobloccante posteriore. C’è da dire che non è mai rigida come una tavola, anzi, nella guida sportiva vorrei una maggiore precisione dell’avantreno, ma l’auto è comunque molto agile e divertente. Si sente che è leggera, in ogni situazione. Il 2.0 aspirato da 160 CV la spinge senza sforzo e la Mazdina va molto più forte di quanto i dati facciano credere. La posizione di guida è molto bassa e sdraiata, e, a causa del volante non regolabile in profondità (anche la Fiat ha lo stesso problema), chi è più alto di un metro e ottanta deve guidare con le braccia distese. Certo non è un’auto fatta per i lunghi viaggi: il sedile dopo un po’ intorpidisce il fondoschiena e i fruscii in autostrada diventano fastidiosi in breve tempo. Ma quando la si guida sulla strada giusta tutto svanisce nell’insignificante. Lo sterzo servoassistito è sufficientemente preciso e sensibile, mentre il cambio è una pure goduria. La leva è così corta e gli innesti sono così secchi e precisi che vi ritroverete ad usarlo più del necessario solo per il gusto di farlo.

Saltando dalla Mazda alla Fiat 124 vi ritroverete a casa, almeno finché non girate la chiave. Il 1.4 turbo Multiair ha un suono più civile e basso rispetto al 2.0 litri della Mazda, e lo sterzo appare subito più leggero. La Fiat 124 Spider digerisce anche meglio le buche e ha un motore più docile nel traffico. In poche parole: è più morbida e rilassante. Se si preme sul pedale del gas poi si scopre una coppia sconosciuta all’aspirato della Mx-5, anche nelle marce alte. In linea retta è veloce tanto quanto la Mazda, ma tirandole il collo non c’è la stessa soddisfazione nella zona alta del contagiri. È un motore più turistico, il 1.4 turbo. Anche l’assetto è più morbido e “safe”, e, anche se si esagera in curva, la 124 Spider rimane stabile e sicura. Al contrario che sulla Mazda bisogna davvero esagerare per far partire il posteriore e anche quando succede è difficile finire in testa-coda o ritrovarsi nei guai. Anche perché manca un differenziale autobloccante, quindi il più delle volte vi ritroverete con la ruota interna che pattina e nessun sovrasterzo da gestire.

title

CONCLUSIONI

Nonostante lo scheletro sia lo stesso, il carattere delle due spider è molto diverso. Entrambe comportano dei sacrifici in termini di spazio ed entrambe sono godibili d’estate e per la maggior parte delle strade. Ma se siete degli amanti della guida sportiva, allora la Mazda Mx-5 è quella che fa al caso vostro. È più tesa, sensibile – anche un po’ più nervosa – ed è più propensa a giocare quando siete dell’umore. La Fiat 124 Spider offre quasi la stessa esperienza, quando si va tranquilli, con il plus di un comfort – leggermente – maggiore e di un motore più ricco di coppia che rende la guida più godibile nella maggior parte delle situazioni. Di contro risulta meno coinvolgente quando si va forte, ma se non siete degli smaliziati al volante, avrete comunque di che divertirvi.
In parole povere: se amate la guida pura, scegliete la Mazda, se invece cercate una spider un po’ più comoda per il weekend al mare (o perché no, in montagna), allora la Fiat 124 Spider fa al caso vostro.

PREZZI

Mazda MX-5 1.5L Skyactiv-G RF    28.000 euro
Fiat 124 spider 1.4 MultiAir              28.000 euro