Auto Sportive

Lexus LC 500 Convertible: 480 CV en plein air

Dopo 4 anni sul mercato, la coupé sportiva giapponese si scopre

La Lexus LC 500 è stata la prima auto di una Nuova Era per il brand premium giapponese, L’acclamata coupé 2+2 nacque nel 2016 per rompere l’immagine sobria e “noiosa” del marchio di Toyota e, effettivamente, accese passione fin dal primo momento grazie al suo design spettacolare e sportivo, e al suo V8 da 5.0 litri aspirato da 480 CV (piuttosto che la versione ibrida, più da passeggio).

Quattro anni dopo arriva la versione decappottabile della sportiva targata Lexus, la LC 500 Cabrio. Anche se si è fatta attendere promette di continuare a stimolare i sensi degli appassionati con un’esperienza di guida unica, in stile open air.

Dimensioni invariate, ma con la capote in tela

Conserva le dimensioni della LC 500 coupé, con 4.760 mm di lunghezza, 1.920 mm di larghezza e 1.350 mm di altezza, con un’ampia distanza tra gli assi di 2.870 mm. Sotto la carrozzeria nasconde lo stesso otto cilindri a V della sorella chiusa, rigorosamente aspirato e abbinato alla trasmissione DirectShift a 10 rapporti. La capote in tela, composta da 4 strati per garantire un’isolamento ottimale, si apre in 15 secondi e può essere azionata fino a una velocità massima di 50 km/h. E il guidatore può tenere sott’occhio l’operazione di apertura o chiusura del tetto attraverso un0’animazione proiettata sul quadro strumenti.

Stesso cuore pulsante: il V8 aspirato

Per poter sfruttare al massimo il V8 della LC 500 cabriolet con il tetto aperto, la sportiva giapponese può contare su un sistema di riscaldamento per la zona della testa e un deflettore trasparente. La nuova Lexus LC 500 cabrio arriverà sul mercato nell’estate del 2020.