Auto Sportive

Legendary Cars – TVR Tuscan Speed Six

di Francesco Neri -

Una delle sportive più esotiche, pure e scorbutiche, oltre che inaffidabili

Le TVR godono di una brutta fama. I motivi principali sono due: lascia a piedi i proprietari e, quando non lo fanno, cercano di ucciderli in ogni modo. Per chi non la conoscesse, la TVR era una Casa automobilistica inglese di Blackpool fondata da Trevor Wilkinson. Ha sempre prodotto auto sportive molto british nel look, leggere e con motori potenti. Non solo, Trevor le ha sempre volute “dure e pure”, il che significa niente ABS, niente controlli di trazione e stabilità, sterzo iper-sensibile e peso ridotto all’osso.

LA TVR TUSCAN

La Tuscan, a parer mio, è LA TVR. Rappresenta la massima espressone meccanica e stilistica della Casa automobilistica inglese; la linea affusolata “un po’ Viper” disegnata da Damien McTaggert esprime cattiveria e sensulaità da ogni cm. Quei faretti tondi incastonati come diamanti dentro la carrozzeria, poi, la rendono sexy ed esotica come poche altre auto al mondo.
Stesso discorso vale per gli interni, dove la plancia sembra una specie di scultura aliena, tanto è fluida, contorta e difficile da interpretare. Ma poco importa, perché è bella. E veloce, molto veloce.

Il suo sei cilindri in linea 3,6 litri, il famoso Speed Six, produceva 360 CV (400 nelle ultime versioni) ed era incaricato di spingere solo 1.100 kg. Il telaio era tubolare in acciaio mentre la carrozzeria in fibra di vetro. Le sospensioni a doppi triangoli anteriori e posteriori poi non lasciavano dubbi sull’anima estrema dell’auto. Ah, dimenticavo, il cambio era un manuale con soli 5 rapporti, tuttavia sufficienti vista la coppia immensa del sei cilindri.
Con un rapporto peso potenza di soli 3,0 kg per CV, la TVR Tuscan scattava da 0 a 100 km/h in 4 secondi netti e toccava i 300 km/h, meglio di una Ferrari 360 Modena. Il problema però era la guidabilità: la Tuscan era un’auto esigente e richiedeva cautela anche dai piloti più abili. Lunga 4,3 metri, larga 1,8 e con un passo di appena 2,3 metri, era fin troppo agile nel misto. Lo sterzo era così rapido da mandarvi fuori strada al primo starnuto, mentre la coppia del 4,0 litri sei cilindri era in grado di sopraffare le gomme posteriori in qualsiasi momento. Non è una di quelle auto che guidereste tranquilli in una giornata di pioggia.
Questo però la rendeva eccitante, estrema e diversa da tutte le altre sportive, una specie di incrocio tra una Lotus e una muscle car.
La TVR Tuscan rimase in produzione dal 1999 al 2006, con un prezzo che andava dai 68.000 a quasi 100.000 euro. Le diverse evoluzioni della Tuscan (tra cui la S e la R) videro il motore crescere di cilindrata e potenza, oltre a leggeri aggiornamenti stilistici.
Nonostante la TVR si era costruita la sua nicchia di mercato ed era un brand affermato nel mondo delle supersportive, nel 2006 l’azienda chiuse per mancanza di profitti.

Auto Sportive

Auto sportive usate - BMW 130i M Sport

Un’auto fantastica che oggi si trova a prezzi accessibili, anche se con molti km all’attivo

Auto Sportive

Auto sportive - Toyota GT86 o Mazda Mx-5?

Due sportive fantastiche con trazione posteriore e prezzo ragionevole, quale fa per voi?

Archivio

Renault Clio Cup Press League, la prova in pista

Abbiamo guidato la Clio Cup da corsa sul Circuito di Modena, e abbiamo passato le selezioni per correre

tag
tvr