Auto Sportive

Glossario della guida sportiva: il trasferimento di carico

Quando si guida veloci bisogna prestare attenzione a dove si spostano i pesi dell’auto e cercare di sfruttarli a proprio vantaggio

Quando si guida veloci bisogna prestare attenzione a dove si spostano i pesi dell’auto e cercare di sfruttarli a proprio vantaggio

Quando si va in macchina a fare la spesa o si guida in città non dobbiamo certo preoccuparci del trasferimento di carico della nostra auto. E non sto parlando del carico del bagagliaio, ma dello spostamento delle masse della vettura quando si guida in modo sportivo, quindi quando ci sono forti accelerazioni e decelerazioni.

Il trasferimento di questo “carico” non è altro che lo spostamento del baricentro dell’auto, e nella guida sportiva può, anzi, DEVE essere sfruttato al meglio.

title

Trasferimento tra anteriore e posteriore

Quando si frena con forza, ad esempio, il carico si trasferisce sull’asse anteriore, fornendo più grip alle ruote davanti. Ecco perché i anteriori dei freni sono sempre i più grandi.
Quando si accelera, invece, il carico si sposterà sull’asse posteriore: per questo le auto sportive più pure e potenti (Formula 1 incluse) hanno la trazione “dietro”, così da sfruttare al meglio il grip dovuto al trasferimento di carico.

“Caricare” l’anteriore di un’auto in ingresso di curva aiuta a schiacciare a terra le ruote anteriori e a fornire più grip, di conseguenza l’auto sterzerà di più e avrete più controllo sulla traiettoria. Se invece imboccate una curva con l’anteriore “scarico” (perché avete accelerato o semplicemente non state usando un po’ di freno) allora l’auto tenderà a sottosterzare.

Il trasferimento di carico all’anteriore aiuta molto a far ruotare l’auto e quindi a inserirsi in curva, ma può causare anche del sovrasterzo (voluto o meno).

Per caricare il posteriore invece basta accelerare. In uscita di curva serve per fornire trazione alle ruote posteriori (se l’auto ha la trazione posteriore), mentre a centro curva può aiutare a bilanciare l’auto e tenerla “in bilico” tra il sottosterzo e il sovrasterzo.

Il rollio

Mentre si affronta una curva il peso si trasferisce sulle ruote esterne dell’auto, causando il cosiddetto rollio. Questo fa sì che la gomma cambi l’angolo di deriva, ovvero l’angolo formato dalla linea della traiettoria con la linea del rotolamento della gomma.

Sfruttare il rollio aiuta a caricare e scaricare il lato destro e sinistro dell’auto per avere cambi di direzioni più veloci (si può provocare la manovra del pendolo scandinavo).

title