Auto Sportive

Ferrari 488 GT3 EVO: la versione evoluta

La granturismo da corsa di Maranello evolve. Nuova elettronica e nuova aerodinamica

Svelata nel 2016 la Ferrari 488 GT3 si aggiorna e la Casa di Maranello l’ha svelata durante il fine settimana, al Mugello, nell’inedita versione Evo 2019.

Migliora il V8 con un upgrade e diventa ancora più efficace dal punto di vista aerodinamico, con un nuovo kit per la carrozzeria elaborato con accuratissimi test nella galleria del vento.

 

Aerodinamica migliorata e baricentro abbassato

Il frontale si rinnova con un nuovo paraurti anteriore, con nuovi flickr laterali, deviatori di flusso dello splitter ridisegnati e una sezione inferiore del paraurti più piccola.Secondo Ferrari queste modifiche renderebbero la 488 GT3 EVO più stabile nel frontale, soprattutto alle alte velocità. Le prese d’aria ai lati dei passaruota sono ora più grandi e le portiere presentano nuove modanature che canalizzano in maniera più aerodinamica i flussi d’aria laterali. Con un passo più lungo (ora uguale a quello della versione Endurance) e un peso ridotto, la nuova Ferrari 488 GT3 Evo può contare anche su un baricentro più basso rispetto alla precedente versione.

Elettronica rivista per il V8

Le modifiche all’otto cilindri della Ferrari 488 GT3 Evo sono soltanto elettroniche, ma bastano a migliorare l’erogazione del V8 e a renderlo più affidabile. All’interno, infine, monta un nuovo sedile per il pilota, firmato Sabelt e 2,4 kg più leggero rispetto a quello della precedente versione e omologato secondo i nuovi criteri di sicurezza della Fia.