Auto Sportive

BMW M8 MotoGP Safety Car

La nuova auto di sicurezza del prossimo motomondiale MotoGP

Era il 1999 quando BMW arrivò a un accordo con la MotoGP assumendo l’incarico di somministrare i veicoli di sicurezza del campionato massimo delle due ruote. 20 anni dopo, la BMW M8 MotoGP Safety Car è l’ultimo modello a formar parte di questa lunga tradizione racing.

La sua scelta è risultata ovvia per il marchio bavarese, secondo quanto ha dichiarato Markus Flasch, Presidente di BMW M:

“La BMW M8 e la M8 GTE sono state sviluppate in parallelo ed è proprio questa genetica da competizione ciò che le distingue. Per questo era un passo logico scegliere la BMW M8 Competition come base per la prossima safety car del campionato MotoGP”.

 

Si basa sulla M8 Competition e sotto al cofano monta il V8 da 4,4 litri biturbo in grado di erogare 625 CV di potenza e 750 Nm di coppia, trasmessi alle quattro ruote attraverso la trasmissione automatica Steptronic a 8 rapporti e alla trazione integrale M xDrive. Con questo powertrain è in grado  di bruciare lo scatto 0-100 km/h in 3,2 secondi.

 

Per l’occasione la BMW M8 MotoGP Safety Car ha ricevuto una messa a punto speciale che la rende ancora più performante rispetto alla versione Competition di serie. Oltre alle luci ausiliari monta elementi in carbonio come la griglia frontale, gli specchietti retrovisori, il diffusore, il coperchio del motore e i terminali di scarico che formano parte di un nuovo sistema più sportivo.

Il volante è specifico per questa versione, i sedili sono firmati Recaro da competizione, e i cerchi montano pneumatici Michelin Cup. L’alettone posteriore è lo stesso della M8 GTE e, all’interno dell’abitacolo, ci sono sia la roll bar di sicurezza che l’estintore.

Anteprime

BMW M8 Competition Coupé e Cabrio: il top del top

Le nuove BMW M8 Competition Coupé e Cabrio arrivano con un motore V8 da 4.4 litri e 625 CV che gli permette di scattare da 0 a 100 km/h in poco più di 3 secondi