Auto Sportive

Auto sportive usate – Nissan 300 ZX

di Francesco Neri -

Tremila biturbo, trazione posteriore, cambio manuale: vecchio stampo come piace a noi

Di auto come la Nissan 300 ZX non ne fanno più. O, meglio, auto con motori V6 3,0 litri di cilindrata oggi hanno cavalli a non finire e sono delle vere e proprie supercar; colpa del superbollo, delle leggi sulle emissioni. Nel 1989 la dimensione del motore era determinante: più grosso era, meglio era. Più turbine aveva, più faceva figo. A quasi trent’anni dalla nascita della 300 ZX Z32 (l’ultima generazione, quella più moderna e potente), il suo fascino da “me ne infischio delle emissioni e dei consumi “è rimasto inalterato. Vorrei tanto averne una per affrontare un passo di montagna guidando nel modo meno pulito possibile; come farei con una Mustang. La Nissan 300 ZX, però, al contrario dell’americana, è un’auto tutt’altro che grezza.

TELAIO E MOTORE

Il motore V6 3.0 litri biturbo della 300 ZX ha un doppio albero a camme in testa e fasatura variabile sull’aspirazione, ed eroga 283 CV e 384 Nm di coppia. L’auto è dotata poi di sospensioni indipendenti con schema MacPherson e ammortizzatori regolabili elettronicamente.
La Z32 poi vanta anche un sistema di ruote posteriori sterzanti HICAS, come la sorella Nissan Skyline.

LA SECONDA AUTO

La Nissan 300 ZX è invecchiata piuttosto bene. I fari posteriori da navicella spaziale anni ’80 sono un po’ un pugno nell’occhio, ma tutto sommato a me non dispiacciono. Nel complesso, la linea è morbida e affusolata (vanta un CX di 0,30) e l’auto fa ancora un bella scena.
Lo so, 283 CV spremuti da un 3,0 litri V6 oggi fanno sorridere, ma la Nissan 300 ZX è un’auto potente quanto basta, e grazie alla sua cubatura offre un’erogazione molto più tonda e lineare dei vari quattro cilindri sovralimentati della stessa potenza. I dati dichiarano uno 0 a 100 km/h in 6 secondi, ma pare che vari test abbiano rilevato un tempo addirittura di 5,5 secondi. È un’auto sincera da guidare, ma l’assenza di controlli elettronici richiede un po’ di cautela e la giusta dose di rispetto. Guidata nel modo gusto però sa essere coinvolgente e appagante, e grazie anche al differenziale autobloccante sa essere un’ottima compagna di “traversi”.
Naturalmente i consumi sono da tremila biturbo, quindi non stupitevi se si fanno gli 8 km/l… Ma come seconda auto è l’ideale, anche perché costa poco ed è affidabile. Su internet si trovano annunci a partire da 5.000 euro, ma gli esemplari più appetibili si aggirano attorno ai 10.000 euro.

Auto Sportive

Legendary cars - Alpine A110

Al Salone di Ginevra è appena stata mostrata la nuova Alpine A110, vediamo insieme la leggendaria A110 degli anni ’60

Auto Sportive

Auto sportive usate - Mazda Mx-5 prima serie

Poca spesa, tanta resa: ecco una delle sportive usate più divertenti

Auto Sportive

Porsche 718 Boxster, la nostra prova

Meno cilindri, più potenza: la Porsche Boxster 718 sarà all’altezza della vecchia generazione?