News

Volkswagen ID. Buzz: tutto quello che avreste voluto sapere (tranne i prezzi) sul nuovo Bulli elettrico

di Marco Coletto -

Tutti i dettagli del Volkswagen I.D. Buzz, il nuovo Bulli elettrico

Il Volkswagen ID. Buzz – l’erede elettrico del mitico Bulli – è un veicolo commerciale a emissioni zero “tutto dietro” (motore e trazione posteriore).

Di seguito troverete tutto quello che c’è da sapere (tranne i prezzi, non ancora comunicati) sul van ecologico di Wolfsburg, disponibile nella variante dedicata al trasporto passeggeri e in quella furgone chiamata Cargo.

Volkswagen ID. Buzz: fuori e dentro

Il Volkswagen ID. Buzz è lungo 4,71 metri, largo 1,99 metri e alto 1,94 metri. Il passo è di 2,99 metri mentre il bagagliaio ha una capienza di 1.121 litri che diventano 2.205 abbattendo la seconda fila di sedili.

Per il momento il multispazio elettrico tedesco è offerto solo a 5 posti ma presto vedremo versioni a sei o a sette posti e una variante a passo lungo.

Nell’abitacolo del Volkswagen ID. Buzz troviamo il divano posteriore scorrevole, fino a 8 porte USB-C (fino a 5 per la Cargo) e la BuzzBox estraibile posizionata tra i passeggeri anteriori che offre un ampio vano portaoggetti nella zona superiore, un raschietto per il ghiaccio e un apribottiglie sempre a portata di mano, un vano da 1,4 litri sul lato frontale e un cassetto da 5 litri per utensili di vario tipo.

Volkswagen ID. Buzz: motore, batteria e ricarica

Il Volkswagen ID. Buzz – sviluppato sulla piattaforma elettrica modulare MEB – è spinto da un motore elettrico da 204 CV e 310 Nm di coppia (già visto su ID.3, ID.4 e ID.5) montato posteriormente che permette al Bulli rivisitato in chiave moderna di raggiungere una velocità massima (autolimitata) di 145 km/h. Una soluzione tecnica che ha permesso, tra le altre cose, di avere un ridotto diametro di sterzata (11,1 metri).

La batteria da 77 kWh (82 lordi) è garantita per 8 anni o 160.000 km e può essere ricaricata fino a 11 kW in corrente alternata o fino a 170 kW (dal 5 all’80% in circa 30 minuti) in corrente continua. Degno di nota il sistema Plug & Charge (disponibile nelle reti Ionity, Aral, bp, Enel, EON, Iberdrola e Eviny) che permette di fare il “pieno” solo con un contratto We Charge con Volkswagen senza bisogno della carta: non appena viene inserito il cavo ha inizio una comunicazione crittografata sicura tra il veicolo e la colonnina.

Ecologia in primo piano

Il Volkswagen ID. Buzz non è ecologico solo nel motore: la Casa di Wolfsburg produrrà e consegnerà il mezzo ai clienti con un bilancio neutro di CO2. Tanti i materiali “green” utilizzati: corona del volante in materiale sintetico che presenta un effetto tattile analogo a quello della pelle, Seaqual (composto per il 90% da bottiglie in PET riciclate e per il 10% da plastiche recuperate in mare) usato per il cielo e i rivestimenti del pianale e di alcuni sedili, vernice a base di prodotti ecologici e – per chiudere – l’ArtVelours “ECO” costituito per il 71% da materiale riciclato.

Credits: Martin Meiners

Volkswagen ID. Buzz Cargo

Il Volkswagen ID. Buzz Cargo – variante furgone del van elettrico teutonico – può accogliere due europallet e presenta una massa complessiva di 3.000 kg e un carico utile di 650 kg.

Tre posti anteriori di serie (optional due posti con un sedile singolo anche per il passeggero), paratia fissa tra l’abitacolo e il vano di carico da 3,9 m3 (volendo – e pagando – si può avere una finestra e/o un’apertura per il carico passante) e una sola porta posteriore laterale sul lato passeggero. Quella dall’altro lato – “standard” sulla versione passeggeri – in questo caso va acquistata a parte.

Leggi l'articolo su Icon Wheels