News

Uber: le novità 2019 per la sicurezza

di Marco Coletto -

Uber ha introdotto per il 2019 nuove funzionalità che vanno ad arricchire il Centro Sicurezza integrato nell'app

Uber ha introdotto per il 2019 nuove funzionalità che vanno ad arricchire il Centro Sicurezza (lanciato lo scorso anno) integrato nell’app per assicurare ai clienti maggiori tutele prima, durante e dopo ogni spostamento. Scopriamole insieme.

Uber: le novità 2019 per la sicurezza

Verifica della corsa: per essere sicuri di salire sull’auto giusta sarà possibile richiedere un PIN a quattro cifre da riferire verbalmente all’autista (il quale sarà in grado di iniziare il viaggio solo dopo aver inserito il codice corretto nell’applicazione). Più avanti verranno utilizzate onde ultrasoniche per verificare automaticamente la macchina giusta.

Segnalazione in viaggio: non sarà più necessario uscire dall’auto per segnalare un problema a Uber. Presto i driver avranno a disposizione nel proprio toolkit di sicurezza l’opzione “Segnala incidente di sicurezza” che permetterà loro di far presente eventuali problemi durante il viaggio.

Chiamata al numero di emergenza: in alcuni Paesi come gli USA c’è ora la possibilità di inviare un messaggio di testo ai numeri di emergenza con i dettagli del viaggio come marca e modello dell’auto, targa e posizione in modo da far intervenire più rapidamente gli operatori.

Controllo ID: evoluzione del sistema Real-Time ID Check che aiuta a garantire che il driver al volante corrisponda all’account del sistema Uber. Ora non sarà più sufficiente il selfie del conducente: il guidatore dovrà eseguire una serie di movimenti di base (sbattere le palpebre, sorridere e girare la testa) per il riconoscimento.

Avvisi di piste ciclabili: entro la fine di ottobre i passeggeri di oltre 200 città in tutto il mondo riceveranno una notifica in-app quando vengono lasciati in prossimità di una pista ciclabile. Un promemoria che aiuterà ad aumentare il livello di attenzione verso i ciclisti prima di aprire la portiera.

tag
Uber