News

Il futuro di SEAT? Tutto elettrico: 6 nuovi modelli entro il 2021

di Claudio Mastroianni -

L'offensiva del brand spagnolo al mercato prosegue sul tema dell'elettrificazione. Prime ad arrivare la nuova Mii e la el-Born. E poi una nuova piattaforma, che punta ai grandi numeri...

Prima arriverà la Mii, un “aperitivo” dell’intera strategia. Poi toccherà al modello di serie della concept el-Born, prevista entro la fine del 2020.

Di auto elettriche ne arriveranno altre 4, sia per il brand SEAT che per quello premium-oriented di Cupra, per un totale di 6 nuovi modelli elettrificati entro il 2021.

Parlare di “futuro elettrico” è spesso una banalità – quasi tutte le marche automotive si stanno adeguando al trend – ma nel caso di SEAT c’è un aspetto che dà sostanza all’affermazione: la decisione di Volkswagen Group di affidare proprio al brand spagnolo lo sviluppo di una nuova piattaforma elettrica “a prezzo democratico” per tutto il gruppo.

Annunciata a margine della Conferenza di Bilancio del brand spagnolo, tenuta a Martorell, questo nuovo impegno strategico è stato certificato dalla presenza del CEO del Gruppo, Herbert Diess.

Salone di Ginevra 2019

Cupra Formentor: il nome, le foto e i primi dati della nuova sportiva spagnola

Debutterà al Salone di Ginevra in veste di concept car, ma molto simile alla versione di serie

Una nuova piattaforma per auto sotto i 20.000 euro

Le fondamenta del nuovo progetto saranno costruite sull’esperienza già accumulata con la MEBModular Electric Drive Toolkit – su cui andranno a essere costruite le prime auto totalmente elettriche del gruppo.

Ma l’obiettivo sarà ambizioso: un pianale in grado di fornire la base per tutta una serie di vetture Seat, Skoda, Volkswagen – e non solo – intorno ai 4 metri e con un prezzo d’attacco inferiore ai 20.000 euro.

Un progetto molto delicato, perché la tecnologia elettrica costa (ancora) e mantenerne la profittabilità è un esercizio difficile. Ma strategico: per rendere le auto elettriche realtà occorre pensare anche al segmento di mercato dei basso spendenti (o dei medio spendenti, in base alla propria personale linea di confine); senza di loro, e senza i numeri di vendita e utilizzo che sono in grado di portare, l’elettrico sarà un giocattolo per pochi.

title
Credits: Ufficio Stampa SEAT

Dalla Seat Mii alla Cupra Formentor, elettrificazione per tutti i segmenti

L’elettrico entra quindi di prepotenza nella produzione di SEAT, partendo subito da una versione 100% elettrica della Seat Mii. Ormai ben conosciuta – il suo esordio sotto forma di concept risale al Mobile World Congress del 2017 – e ormai in dirittura d’arrivo entro il 2019.

Toccherà poi a una seconda 100% elettrica, con la versione di serie della el-Born (che vedete nella foto di apertura). Basata sulla già citata piattaforma condivisa MEB, la el-Born promette 420Km di autonomia e 204CV sotto un aspetto da crossover dalle dimensioni contenute. È prevista entro la fine del 2020.

Non saranno elettriche in toto – “solo” delle plug-in hybrid – le altre novità del brand spagnolo, ma rappresentano forse la parte più importa te della strategia elettrica di SEAT.

Parliamo infatti di un modello strategico come la SEAT Leon – nuova generazione, sia in versione “normale” che station wagon – che sarà disponibile anche con tecnologia PHEV. Dovremo aspettare il 2020, sia per lei che per la “sorella cattiva” Cupra Leon.

Infine, entro il 2021 dovremo vedere le ultime due componenti di questa nuova offerta elettrica: la versione plug-in hybrid della SEAT Tarraco e, infine, quella della Cupra Formentor. Che – ha annunciato Luca De Meo – sarà prodotta proprio a Martorell.

Le nuove elettriche in arrivo
Seat Mii (100% elettrica)2019
Seat el-Born (100% elettrica)2020
Seat Leon (Plug-in hybrid)2020
Cupra Leon (Plug-in hybrid)2020
Seat Tarraco (Plug-in hybrid)2021
Cupra Formentor (Plug-in hybrid)2021