News

Porsche: i sedili ora li stampa in 3D

La Casa tedesca sperimenta nuove tecnologie per personalizzare al massimo il comfort di bordo

Porsche ha svelato l’inedito e innovativo concept study del “sedile avvolgente bodyform realizzato con stampa 3D”. Questo progetto della Casa tedesca si propone come alternativa ai classici rivestimenti dei sedili a “bacquet“: la sezione centrale, ovvero l’imbottitura della seduta e dello schienale, è parzialmente realizzata con una stampante 3D. In questo modo, In futuro, i clienti potranno personalizzare il grado di comfort dell’imbottitura centrale del sedile scegliendo fra tre diversi livelli di rigidità (rigido, medio, morbido). Una tecnica che segue gli stessi principi utilizzati nel motorsport per realizzare rivestimenti dei sedili calibrati in base alle esigenze dei piloti professionisti.

 

Il sedile è l’interfaccia fra l’individuo e il veicolo ed è dunque un elemento importante per una guida precisa, sportiva. È per questo che da tempo vengono regolarmente utilizzati gusci del sedile personalizzati per il pilota nelle gare automobilistiche,” spiega Michael Steiner, membro del Consiglio di Amministrazione e Responsabile Ricerca & Sviluppo di Porsche. “Con il ‘sedile avvolgente bodyform realizzato con stampa 3D’ offriamo ancora una volta ai clienti che acquistano modelli di serie l’opportunità di provare una tecnologia mutuata dal mondo delle competizioni automobilistiche.” Oltre ad essere caratterizzato da una struttura ergonomica simile a quella che si ritrova nelle vetture da gara, questo sedile ha un design unico, è più leggero e garantisce un maggior comfort e una migliore regolazione passiva della temperatura.

Il ‘sedile avvolgente bodyform realizzato con stampa 3D’ si basa sul sedile avvolgente ultraleggero di Porsche e presenta una struttura ‘a sandwich’: un supporto di base in polipropilene espanso (PPE) è incollato a uno strato di materiale traspirante studiato per garantire il massimo comfort e costituito da una miscela di materiali a base di poliuretano realizzata con produzione additiva – in altre parole, utilizzando una stampante 3D. Lo strato esterno che riveste il prototipo del sedile è realizzato in “Racetex” e ha una superficie forata realizzata specificamente per regolare la temperatura. ‘Finestre’ trasparenti lasciano intravedere i componenti colorati esposti all’interno della struttura reticolare realizzata con stampa 3D e conferiscono al sedile avvolgente una silhouette inconfondibile.

Il ‘sedile avvolgente bodyform realizzato con stampa 3D’ verrà fornito da Porsche Tequipment e sarà disponibile, per il conducente, per i modelli della serie 911 e 718 dall’inizio di maggio 2020. Inizialmente, la gamma sarà limitata a 40 esemplari prototipali destinati all’utilizzo sui circuiti automobilistici in Europa e abbinati a una cintura di sicurezza a sei punti. I riscontri forniti dai clienti verranno utilizzati ai fini del processo di sviluppo. In un secondo tempo, una versione omologata da strada del ‘sedile avvolgente bodyform realizzato con stampa 3D’ sarà disponibile in tre colori e gradi di rigidità diversi e verrà fornita da Porsche Exclusive Manufaktur a partire dalla metà del 2021. Più a lungo termine, la tecnologia consentirà inoltre la realizzazione di soluzioni interamente personalizzate, nel caso vi sia un numero sufficiente di clienti interessati. In tal caso, oltre a una gamma più ampia di colori, verranno sviluppati e proposti anche sedili personalizzati in base alla conformazione corporea individuale.

tag
Porsche