News

Porsche disegna una nave spaziale di Star Wars

I designer tedeschi hanno lavorato insieme a quelli di Lucas film per lo sviluppo della nave Tri-Wings S-91x Pegasus Statfigther

L’atteso terzo capitolo, conclusivo si fa per dire, della terza saga dell’interminabile Star Wars esce oggi nelle sale cinematografiche, con il titolo ‘L’ascesa di Skywalker’.

I social network impazzano e il marketing cavalca l’onda di uno dei cult movie più attesi di questo 2019. Il mondo dell’automotive, come già era successo in passato, non sta certo a guardare.

E questa volta Porsche si è alleata con Lucasfilm per creare una delle caratteristiche navi dell’universo di Star Wars. Con un lavoro iniziato due mesi fa, i designer della Casa automobilistica tedesca e quelli della famosa Casa cinematografica americana hanno creato questo spettacolare veicolo fantascientifico denominato Tri-Wings S-91x Pegasus Statfigther.

Un modello in scala alla prima di L.A.

Il modello è stato realizzato in scala con 1,5 metri di lunghezza e sarà esposto fisicamente al debutto del film ‘Star Wars: L’ascesa di Skywalker a Los Ángeles.

Secondo i designer del team la silhouette di questa nave spaziale rappresenta completamente lo spirito della saga, con un’estetica personalizzata e futuristica, mescolata alle linee distintive delle sportive targate Porsche.

Dettagli Porsche

Secondo il vicepresidente del design di Porsche:

“Le forme dell’abitacolo che si restringe al posteriore e i tratti distintivi dell’unione tra il frontale e le turbine stabiliscono dei parallelismi visuali con il design dell’iconica 911 e della nuova Taycan”.

Ma è forse nei piccoli dettagli dove si nota di più la firma di Porsche. Ad esempio nel disegnare la parte frontale della nave i designer si sono ispirati alle tipiche prese d’aria che si uniscono ai gruppi ottici, proprio come sulla Taycan.

E ancora i quattro punti di luce a LED dei modelli delle spersportive di Zuffenhausen hanno la loro replica nei cannoni al plasma o Blasters tipici delle navi spaziali di Star Wars, mentre il posteriore con le lamelle verticali strizza l’occhio alla coda ormai iconica della nuova Noveunouno.