News

La nuova era Volkswagen inizia con la ID.3

di Junio Gulinelli -

Aperti i pre-ordini della compatta elettrica di Wolfsburg. Tre versioni con fino a 550 km di autonomia

La nuova Volkswagen ID-3 sarà una delle novità più importanti degli ultimi anni per il Gruppo di Wolfsburg. Una new entry su cui il gigante tedesco ha depositato le basi per il futuro del marchio. La pietra miliare della nuova famiglia a zero emissioni di Volkswagen è ordinabile a partire da oggi, con mille euro di deposito, nella sua versione di lancio denominata ‘1ST’, che promette fino a 420 km di autonomia. Tra tempi di produzione e di consegna, per vederla su strada bisognerà però aspettare il prossimo anno.

Si parte con la serie limitata di lancio 1ST Edition

La nuova Volkswagen ID.3 1ST Edition verrà prodotta in soli 30.000 esemplari destinati a tutti i mercati europei e il prezzo finale sarà inferiore ai 40.000 euro. I primi a possedere la nuova compatta elettrica di Volkswagen avranno in garage la versione intermedia della gamma con batteria da 58 kWh e 420 km di autonomia promessi secondo i parametri del ciclo WLTP. Il resto della gamma si articolerà su più varianti con diversi step di autonomia: uno di accesso e la top di gamma con ancora più autonomia.

La versione di lancio potrà essere allestita con tre diversi pack di equipaggiamento: la 1ST, la 1ST Plus e la 1ST Max. La Plus sfoggerà una carrozzeria bicolore e fari Matrix IQ.Light, mentre la versione Max avrà in dotazione un tetto solare panoramico e un Head-Up Display (HUD) con realtà aumentata. Tutte, di serie, potranno godere del navigatore con controllo vocale e aggiornamenti OTA, cerchi in lega e diversi sitemi di assistenza alla guida. Tutte le Volkswagen ID.3 saranno inoltre compatibili con il sistema di ricarica rapida da 125 kW di potenza. Inoltre i clienti disporranno di 2.000 kWh gratuiti sulla rete di ricarica IONITY e su tutti i punti di ricarica inclusi nell’applicazione We Charge di Volkswagen.

Tre versioni, fino a 550 km di autonomia

Come anticipato, la ID.3 di Volkswagen verrà proposta in tre diverse versioni meccaniche: quella più economica non dovrebbe superare i 30mila euro (almeno in Germania), e avrà un motore da 120 CV alimentato d una batteria da 45 kWh di capacità. Questa versione entry level garantirebbe 330 km di autonomia. La top di gamma arriverà invece fino a 550 km grazie al pack di batterie da 77 kWh.

La piattaforma MEB: il pilastro dell’offensiva elettrica del Gruppo Volkswagen 

La nuova Volkswagen ID.3 sarà solo la prima di un’offensiva elettrica del Gruppo. Tutte le future auto a zero emissioni delle marche sotto all’egida di Wolfsburg si baseranno sulla nuova piattaforma modulare MEB, dalla quale nasceranno diversi tipi di elettriche: utilitarie, furgoni, berline e SUV. Da questa architettura, oltre alla famiglia ID di Volkswagen, vedranno luce presto la el-Born di Seat e altre elettriche targate Audi e Skoda. Il tutto per ammortizzare i colossali investimenti per lo sviluppo e la realizzazione di questo progetto. La firma dei Quattro Anelli, ad esempio, ha agiando lanciato sul mercato la e-tron e presto amplierà la famiglia con la nuova Audi A4 e-tron e con un’altra SUV a azero emissioni di dimensioni ridotte. I rumors puntano perfino a una R8 elettrica. Skoda non tarderà molto ad annunciare la sua prima auto pulita, mentre in Casa Porsche è imminente il lancio della Taycan, la prima elettrica sportiva di Zuffenhausen.

Durante gli ultimi anni Volkswagen ha presentato diversi prototipi della famiglia ID, tra cui un furgone classico/moderno, un’elegante berlina e un’inevitabile crossover. Tutto indicherebbe che, dopo il lancio della ID.3, la prossima ad arrivare sarà proprio una crossover, anticipata dal prototipo I.D. Roomzz Concept. A differenza della ID.3, questa sport utility avrà due motori elettrici e una batteria con una capacità superiore.

Volkswagen ID Roomzz Concept: a Shanghai la maxi SUV elettrica

Alla kermesse asiatica debutta un nuovo prototipo a zero emissioni di Wolfsburg