News

Com’è andato il Gruppo Renault in Italia nel 2019

di Marco Coletto -

Le vendite del Gruppo Renault in Italia nel 2019 sono andate molto bene: dopo 34 anni – grazie però all’aiuto di Dacia – il colosso francese è tornato ad avere una quota di mercato superiore al 10%

Come sono andate le immatricolazioni del Gruppo Renault in Italia nel 2019? Molto bene. Il colosso francese – grazie all’aiuto di Dacia – è tornato ad avere una quota di mercato superiore al 10% (il 10,4%, per l’esattezza): un evento che non si verificava dal lontano 1985, anno in cui la Régie da sola conquistò il 10% della clientela del nostro Paese risultando il secondo brand più venduto in assoluto.

Renault: le immatricolazioni del 2019

Per il sesto anno consecutivo Renault si è piazzata al quarto posto nella classifica delle immatricolazioni auto in Italia con un calo dell’8,96% rispetto al 2018.

La Clio – nonostante il passaggio di consegne tra la quarta e la quinta generazione – è stata la quinta vettura più amata dagli italiani mentre le SUV Captur (a fine carriera) e Kadjar si sono piazzate rispettivamente in 14° e in 32° posizione.

Per quanto riguarda gli altri risultati rilevanti ottenuti dalle vetture Renault in Italia lo scorso anno segnaliamo quattro secondi posti di categoria: Clio nel “segmento B”, Zoe tra le elettriche, Scénic tra le monovolume compatte e Espace tra le MPV grandi.

Dacia: le immatricolazioni del 2019

Dacia è stata la più grande sorpresa del 2019: la Casa rumena – nona nella classifica delle immatricolazioni – ha chiuso l’anno con un impressionante aumento delle vendite (+ 36,44%) rispetto al 2018.

La SUV Duster è stata la terza auto più venduta in Italia nonché la straniera più acquistata in assoluto mentre la piccola Sandero si è piazzata in dodicesima posizione.

Ma non è tutto: la Dacia Duster ha anche conquistato lo scettro del “segmento C” e quello delle vetture a GPL e il secondo posto tra le crossover mentre la Dokker è stata la terza multispazio più amata dagli italiani.