News

Immatricolazioni Europa: Novembre in calo (-8,1%)

Complici del crollo soprattutto i ritardi con il nuovo ciclo di omologazione WLTP

A novembre nell’area dell’Unione Europea e dei tre paesi dell’Efta (Svizzera, Islanda e Norvegia) sono state immatricolate 1.158.300 autovetture con un calo, rispetto a novembre 2017, dell’8,1%, mentre il consuntivo dei primi undici mesi si chiude con un leggero incremento (+0,6%) sullo stesso periodo del 2017.

A influire sul calo delle immatricolazioni ha pesato soprattutto l’entrata in vigore del nuovo sistema di omologazione WLTP che sta ancora determinando per alcune case una carenza di prodotto. Complice anche la politica contro i diesel che sta determinando un rallentamento nelle decisioni di sostituzione di vecchi diesel.

Il mercato più importante dell’Area, quello della Germania, accusa a novembre un calo pesante (-9,9%) e nel consuntivo gennaio-novembre riduce il margine sullo stesso periodo dello scorso anno allo 0,4%. Il secondo mercato dell’area, quello del Regno Unito, accusa un calo del 3% in novembre e del 6,9% nei primi undici mesi. Il mercato dell’auto cala anche in Francia (terzo mercato europeo) dove il calo a novembre è del 4,7%.

Anche il mercato italiano (quarto del gruppo dei grandi) non è esente dalla caduta con un calo, il mese scorso, pari al – 6,3%, mentre il consuntivo dei primi undici mesi fa registrare una contrazione del 3,5%. Anche il quinto grande mercato dell’area, quello spagnolo, che nei primi dieci mesi dell’anno aveva fatto registrare una crescita del 10%, in novembre accusa una contrazione piuttosto pesante (-12,6%).

Nel complesso degli altri paesi dell’area le immatricolazioni in novembre sono state 317.322 con un calo del 10%, mentre il consuntivo dei primi undici mesi chiude con 4.147.679 immatricolazioni (+3,2%).