News

Honda CR-V Sport Line: the dark side of the SUV

di Marco Coletto -

Il nuovo allestimento Sport Line accentua la personalità di Honda CR-V esaltando il carattere sportivo della quinta generazione del SUV giapponese


Articolo sponsorizzato da Honda

Honda CR-V SUV medio giapponese arrivato alla quinta generazione – è stato tante cose nel corso della sua carriera quasi trentennale: qualche anno fa è stato persino lo Sport Utility più venduto al mondo. Sportivo, però, il crossover ibrido giapponese disponibile a trazione anteriore o integrale non lo era mai stato. Finora.

L’allestimento Sport Line introdotto in occasione del recente restyling – un lifting che ha portato fiancate posteriori con profili dai contorni più marcati con passaruota più ampi, una maggiore altezza da terra e interni migliorati – è stato pensato per esaltare la personalità già forte e audace della vettura, accentuandone il carattere “racing”.

Honda CR-V: le novità della versione Sport Line

Due colorazioni a disposizione (Crystal Black Pearl e Platinum White Pearl), un frontale impreziosito da una minigonna nera lucida e finiture cromate dark per il battitacco, il paraurti e il portellone posteriore: sono queste le modifiche principali presenti su Honda CR-V Sport Line Full Hybrid. Senza dimenticare le luci anteriori e posteriori fumé, le calotte degli specchietti retrovisori laterali nere lucide e i cerchi in lega neri da 18”.

Nell’abitacolo spiccano i toni neri intensi Piano Black (presenti sulle maniglie delle portiere e sui comandi al volante, del clima e dell’infotainment), i sedili rivestiti in pelle nera con logo Black Edition a sbalzo e i pannelli in effetto legno scuro con venature sul cruscotto, sulle portiere e sulla console centrale.

Per gli incontentabili segnaliamo – tra gli optional – il pacchetto Sport Line Plus: pedane nere, spoiler nero posteriore, profili sottoporta con logo CR-V nero, tappetini Elegance e il tappetino per il bagagliaio con il logo “Black Edition”.

title

Il re del comfort

Ogni viaggio a bordo di Honda CR-V Full Hybrid è tranquillo e silenzioso: merito anche del sistema di controllo attivo del rumore di serie su tutta la gamma. Due microfoni posizionati all’interno dell’abitacolo monitorano l’emissione di rumori provenienti dal vano motore e, all’occorrenza, inviano segnali audio “a fase inversa” per eliminarli.

Contribuiscono inoltre a incrementare la comodità i sigillanti posizionati nella carrozzeria, i separatori acustici nei montanti anteriori, centrali e posteriori e il parabrezza montato a filo. Ci sono inoltre divisori nei montanti che riducono la trasmissione del rumore dal pavimento verso l’abitacolo e sigilli tripli delle portiere stampati a 360° che riducono il rumore del vento e migliorano l’isolamento. Non vi basta? Sappiate che ogni finestrino laterale è dotato di blocchi sigillanti nella parte frontale inferiore e negli angoli posteriori per colmare gli spazi vuoti tra la carrozzeria e il vetro, garantendo in questo modo ulteriore silenziosità.

title

Puro Full Hybrid

Honda CR-V monta un motore 2.0 a benzina a ciclo Atkinson da 145 CV abbinato a due unità elettriche da 184 CV, a una batteria agli ioni di litio e a una trasmissione a rapporto fisso.

Le modalità di guida sono tre: in EV Drive (in fase di accelerazione da fermo o a basse andature) l’auto procede alimentata dalla batteria attraverso il solo propulsore elettrico, in Hybrid Drive (in caso di marcata accelerazione) entrano in gioco sia il motore termico che quelli a emissioni zero mentre in Engine Drive (a velocità sostenuta) la vettura viene spinta direttamente dall’unità a benzina.

title

Sicurezza in primo piano

Quando si parla di sicurezza Honda CR-V Full Hybrid non si accontenta di conquistare cinque stelle nei crash test Euro NCAP. Il crossover medio nipponico offre infatti di serie su tutta la gamma il pacchetto Honda Sensing ricco di utilissimi assistenti alla guida.

Ci sono ad esempio il sistema di frenata a riduzione d’impatto che in caso di possibile collisione con un veicolo o un pedone avverte del pericolo e diminuisce la velocità per ridurre al minimo la gravità dell’urto, l’avviso di abbandono della corsia (se la vettura si allontana dalla corsia senza aver attivato l’indicatore di direzione avverte il guidatore con segnali visivi e acustici e corregge la traiettoria), il sistema di mantenimento della corsia, il cruise control adattivo e il limitatore intelligente della velocità.

Un mare di ADAS ma non solo: la struttura di nuova generazione ACE (acronimo di Advanced Compatibility Engineering) di Honda CR-V impiega una rete di elementi strutturali connessi per distribuire l’energia della collisione in modo più uniforme.

title

AWD per gli amanti del fuoristrada

Honda CR-V AWD – variante a quattro ruote motrici del SUV medio giapponese – è rivolto agli amanti della guida in fuoristrada: maggiore altezza libera dal suolo (+ 1 cm) rispetto alla versione a trazione anteriore e al modello pre-restyling 4×4 e un’avanzata tecnologia di guida a trazione integrale chiamata Real Time AWD con Intelligent Control System.

Entrando più nel dettaglio CR-V AWD Full Hybrid nasconde sotto la pelle una frizione multidisco che collega l’albero di trasmissione al differenziale posteriore ed è azionata da un motore elettrico che guida una pompa idraulica.

In parole povere? La trazione integrale entra in funzione solo quando serve – ad esempio in caso di perdita di aderenza o quando si affronta una salita – e quando la coppia extra non è più necessaria la frizione multidisco scollega automaticamente l’albero di trasmissione dal differenziale posteriore generando in questo modo un notevole risparmio di carburante.

title

Infotainment e connettività

Tecnologia amica a bordo di Honda CR-V: il guidatore ha a disposizione un utile head-up display che proietta le informazioni fondamentali nel campo visivo del pilota e un cruscotto digitale a colori chiamato DII (Driver Information Interface) ricco di dettagli relativi alla guida ibrida e non solo.

Ultimi, ma non meno importanti, il sistema di infotainment Honda Connect con touchscreen centrale da 7” e connettività smartphone (Apple CarPlay e Android Auto) che offre un comportamento più intuitivo e avanzato rispetto a prima e le quattro prese USB presenti nell’abitacolo.