News

Ferrari SF90 Stradale: la prima ibrida di Maranello in video

La nuova rossa del Cavallino Rampante scende in pista e mostra le sue doti (e il sound)

1.000 CV, 0-100 in 2,5 secondi e 0-200 in 6,7 secondi, sono i numeri da record della prima ibrida di Maranello, la nuova Ferrari SP90. La firma italiana del Cavallino Rampante inizia alla grande l’elettrificazione della gamma con questa attesa proposta, radicale ed estrema.

Il powertrain a doppia alimentazione è composto da  un motore 4.0 V8 biturbo abbinato a tre unità elettriche in grado di generare una potenza totale di 1.000 CV. L’otto cilindri a V da 780 CV e 800 Nm di coppia è abbinato a un cambio automatico a doppia frizione a 8 rapporti, privo di retromarcia, per la quale l’impulso viene dato dal motore elettrico montato all’asse anteriore. Una soluzione scelta per mantenere basso il peso della nuova SP90 che sferma l’ago della bilancia sui 1.570 kg.

È lunga 4,71 metri, con un rapporto peso/potenza di 1,57 kg/CV e la distribuzione dei pesi 45:55. Per i clienti più esigenti sarà disponibile anche un pacchetto ‘Pista’ con ammortizzatori speciali Multimatic derivati dalle gare GT, peso ridotto di 30 kg grazie a materiali come la fibra di carbonio e il titanio, spoiler posteriore ad alto carico in fibra di carbonio in grado di generare 390 kg di carico a 250 km/h e pneumatici Michelin Pilot Sport Cup2 con mescola più morbida.

Anteprime

Ferrari SF90 Stradale: la perfezione secondo Maranello (tranne che nel nome)

La Ferrari SF90 Stradale è la Rossa di serie più estrema di sempre: 1.000 CV, trazione integrale, rapporto peso/potenza di 1,57 kg/CV, 2,5 secondi sullo “0-100” e 6,7 secondi sullo “0-200”. Peccato solo per il nome, che ricorda quello della monoposto di F1 che sta soffrendo nel Mondiale 2019