News

Elon Musk inaugura il tunnel sotterraneo ad alta velocità

Il prototipo sarebbe in grado di trasportare le auto sottoterra fino a 240 km/h

Elon Musk ha presentato a Los Angeles un prototipo del tunnel per il trasporto di passeggeri e auto, una soluzione pensata per migliorare la mobilità nelle grandi città.

Questo tunnel di prova, lungo quasi 2 km, è stato scavato nel sottosuolo (tra i 6 e i 12 metri sottoterra) della sede dell’impresa aerospaziale SpaceX, ad Hawthorne (vicino a Los Angeles).
Il sistema permetterebbe di trasportare i veicoli – per ora solo le auto Tesla – fino ad una velocità massima di 240 km/h, anche se nel primo test reale si è raggiunto un massimo di 80 km/h.

Lo stesso Musk ha percorso il tragitto sotterranea a bordo di una Tesla, soddisfatto del suo progetto pilota costato 10 milioni di euro e realizzato dalla sua Boring Company con tecnologie di perforazione rapide ed economiche.

L’idea dell’imprenditore sudafricano è creare un sistema di tunnel che possa essere migliorato ed esteso illimitatamente. Una sorta di rete autostradale a tre dimensioni sotto al superficie terrestre. Al suo interno viaggerebbero cabine ad alta velocità con almeno 16 passeggeri, o anche veicoli privati, che sfrutterebbero un sistema idraulico in grado di calarli in profondità e affidarli a una piattaforma spinta da una trazione elettrica.

In questo modo spostarsi dal centro di Los Angeles fino all’aeroporto internazionale (LAX) richiederebbe solo 8 minuti di tempo. Il progetto pilota per la città californiana sarà però un altro e si chiamerà Dugout Loop, una linea sotterranea che trasporterà i tifosi dei Dodgers fino allo stadio da differenti quartieri della città. la capacità iniziale di questo sistema sarà di 1.400 persone, l’equivalente del 2,55 % della capacità complessiva dello stadio, in grado di ospitare fino a 56.000 spettatori. Anche se Musk ha detto che questi numeri potrebbero crescere fino a 2.800 passeggeri.

In occasione della presentazione del tunnel sotterraneo Elon Musk ha dichiarato:

“Questa è l’unica soluzione che posso pensare per affrontare i problemi cronici di traffico nelle maggiori città. Quasi qualsiasi città al mondo ha gravi problemi di traffico e non vedo nessun’altra soluzione”.