News

Audi RS e-tron GT: la presentazione di Fabrizio Longo, dg di Audi Italia

di Ilaria Brugnotti -

Fabrizio Longo, direttore generale di Audi Italia, presenta da Cortina il prototipo di Audi RS e-tron GT. Una super sportiva a zero emissioni, con una potenza massima di 650 CV e con un 0/100 in soli 3,3 secondi

Audi consolida il proprio legame con Cortina d’Ampezzo, anche in occasione dei Campionati del Mondo di sci (7-21 febbraio), mostrando, in anteprima, proprio nel cuore della “perla delle Dolomiti”, il prototipo di Audi RS e-tron GT.

Si tratta della vettura più potente di sempre della Casa di Ingolstadt: sviluppata da Audi Sport, la nuova super sportiva a zero emissioni ha una potenza massima di 650 CV e brucia lo 0/100 in soli 3,3 secondi. Lunga quasi 5 metri – 4,99 per la precisione – è una coupé a quattro porte e può essere considerata a pieno titolo “l’apice dell’evoluzione della sportività dei quattro anelli”.

LEGGI ANCHE: Dati e foto di Audi e-tron GT

Audi RS e-tron GT si avvale di due motori elettrici, uno per ciascun assale, e può contare sulla nuova trazione integrale elettrica che regola in modo variabile la ripartizione della spinta tra gli assali, con una rapidità cinque volte superiore rispetto a un sistema tradizionale.

Su Audi RS e-tron GT è disponibile, (per la prima volta su una vettura della gamma e-tron) lo sterzo integrale; completano la dotazione della vettura le sospensioni pneumatiche adattive a tripla camera, il bloccaggio elettronico del differenziale posteriore e i freni carboceramici.

Una fra le peculiarità di quella, che a pieno titolo, può essere considerata una vera e propria super car, è la capacità di ricarica della batteria: per 100 Km bastano meno di cinque minuti, e per rifornire fino all’80% poco più di venti minuti a una colonnina fast charge, quelle da 300 kW/h.

“Questa sinergia fra emozione, razionalità tecnologica e semplicità di utilizzo – ci ha tenuto a precisare Fabrizio Longo Direttore Generale di Audi Italia – è il modo migliore per avvicinare le persone alla consapevolezza del modo di guidare elettrico”.