Anteprime

Tesla Model Y: le fotografie e le informazioni ufficiali

di Junio Gulinelli -

Fino a 480 km di autonomia e disponibile anche a sette posti

Questa notte, dopo un’attesa di mesi, Tesla ha svelato, presso il quartier generale di Palo Alto, la nuova Model Y. Come sempre con largo anticipo sul debutto commerciale, Elon Musk in persona ha introdotto la nuova SUV compatta della famiglia di elettriche californiane, basata sulla Model 3.

Con questo quarto modello la gamma Tesla è ora al completo, con l’ammiraglia Model S, la berlina compatta Model 3, la SUV grande Model X e la crossover compatta Y. Messe in linea, volutamente, formano la scritta S3XY (“Sexy”), un giochino che l’imprenditore sudafricano ha voluto mettere in scena durante la presentazione in cui ha ripercorso tutta la storia del marchio.

Quando arriverà la Model Y

Prima di tutto, per quanto riguarda i tempi di sbarco sul mercato, la nuova Tesla Model Y – che sarà prodotta a Fremont e punterà a diventare la best seller del marchio – arriverà in autunno del prossimo anno.

Come di consueto, al lancio sarà disponibile solo nelle versioni Long Range, con un solo motore o Dual Motor, mentre per la versione di accesso, la Standard Range, bisognerà attendere ancora due anni, la primavera del 2021.

L’ultima ad arrivare sarà, infine, la top di gamma Performance. Tutto ciò senza contare eventuali ritardi che, come visto, caratterizzano un po’ l’arrivo di tutti i modelli a zero emissioni targati Tesla.

Tesla Model Y: i prezzi

I prezzi della nuova Tesla Model Y non si discosteranno di molto da quelli della sorella più bassa, la Model 3. Negli Usa la entry level partirà da 39.000 dollari (4mila dollari in più rispetto alla Model 3). 47.000 dollari sarà invece il prezzo minimo per la Long Range, 51.000 per la Dual Motor AWD e 60.000 per la Performance.

Per l’Italia non sono ancora stati rilasciati i prezzi, ma per avere un riferimento in alcuni mercati del vecchio continente la Long Range è già ordinabile a patire da 55.980 euro.

Prestazioni e autonomia

La nuova Tesla Model Y condivide gran parte delle componenti meccaniche con la Model 3. Come visto sarà proposta con diverse varianti di autonomia e performance, a trazione anteriore o integrale. Anche le prestazioni, quindi, saranno molto simili a quelle della berlina compatta, con la top di gamma Performance in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi, di raggiungere i 240 km/h di velocità massima e di percorrere fino a 450 km con una ricarica.

L’autonomia scende a 370 km nel caso della Standard Range, più lenta anche a coprire lo 0-100, in 5,9 secondi, e con una velocità di punta di 193 km/h. La più efficiente della gamma sarà invece la Long Range con 483 km di autonomia dichiarati, che si riducono a 450 km nel caso della Dual Motor.

Anche a 7 posti

Le dimensioni della nuova Tesla Model Y non sono state ancora specificate, anche se molto probabilmente sarà leggermente più grande della Model 3. Esteticamente si differenzia da quest’ultima per l’altezza d terra aumentata e per i paraurti anteriore e posteriore caratterizzati dalle protezioni in plastica nera.

Dentro ricalca quasi a pennello l’abitacolo della berlina co il grande schermo del sistema di infotainment da 15 pollici. La novità inaspettata è che, con 3.000 dollari in più rispetto al prezzo standard, la Tesla Model 3 potrà essere ordinata anche con tre file di sedili che la rendono in grado di ospitare fino a 7 passeggeri.

Tutti gli altri optional a disposizione sono gli stessi della Model 3, con l’Autopilot offerto a 3.000 dollari e il Full Self Driving Capability a 5.000 dollari.

Archivio

Tesla Model 3: prime fotografie e informazioni

La berlina entry level della Casa californiana arriva negli USA a fine 2017. Costerà 35.000 dollari e avrà 350 km di autonomia