Anteprime

Porsche 911 Speedster: l’ultima declinazione della 991

Svelata la versione definitiva dell'ultima variante della serie 991

Ne saranno fabbricati solo 1.948 esemplari, come l’anno in cui nacque la prima Porsche. Del resto la nuova 911 Speedster omaggia proprio la sua antenata numero 1, proponendosi come versione più desiderabile della precedente gamma (991).

500 CV, solo con il cambio manuale

 

Svelata in queste ore al Salone di New York 2019, insieme alla nuova Cayenne Coupé, la nuova Porsche 911 Speedster monta il motore 4.0L boxer aspirato, identico a quello della Porsche 911 GT3.

Questo propulsore è in grado di raggiungere i 9.000 giri e sviluppa una potenza di 500 CV con una coppia massima di 469 Nm. A differenza di quello della GT3, sulla Speedster potrà essere abbinato esclusivamente al cambio manuale a sei marce, per la gioia dei puristi.

Pochi fronzoli per ridurre il peso

Questa cabriolet a due posti secchi pesa 1.465 kg e raggiunge i 100 km/h da ferma in 3,8 secondi, con una velocità massima di 309 km/h.

Molti elementi della carrozzeria sono realizzati in fibra di carbonio, come ad esempio il cofano e il coperchio del motore. A ridurre il peso aiutano anche i freni in carbocercamica, più leggeri di quelli in acciaio, o anche la possibilità, su richiesta, di eliminare il sistema dell’aria condizionata.

Come altre Porsche 911 Speedster del passato anche questa nuova versione sfoggia un parabrezza più basso e le due tipiche gobbe posteriori (dove normalmente si trovano i due sedili posteriori) che nascondono il tetto in tela ad razionamento manuale.

Anteprime

Porsche 911 Speedster Concept

Un regalo, in stile classico, per i 70 anni del marchio di Stoccarda